Supplenze. Quando ci saranno le nomine?

Daniele – Gentile Lalla, sono un docente a tempo determinato inserito nelle GAE della provincia di Ancona per le classi di concorso A051, A050, A043. Vorrei avere qualche delucidazione in merito alle convocazioni per la stipula di contratti a tempo determinato per l’a.s. 2015/2016.

Le sigle dei sindacati di categoria più importanti (CGIL, UIL, CISL, SNALS ed altre) stanno spingendo affinché si procedi alle convocazioni per la prima decade di settembre, in modo da “rassicurare” numerosi precari che, come me, esclusi dalla fase 0 e dalle fase A della propria provincia, rischiano di ricevere una proposta di assunzione nelle fasi B-C, in base al punteggio e alle preferenze espresse nella graduatoria nazionale, in un posto “possibilmente” molto distante dal luogo di residenza.

In effetti, ciò permetterebbe di accettare l’eventuale proposta di fase B o C, continuando a svolgere il proprio servizio nella sede assegnata durante le nomine a tempo determinato. Questa possibilità, d’altronde, è prevista anche dalla legge n. 107 del 13 luglio 2015 che dice:

"99. Per i soggetti assunti nelle fasi di cui alle lettere b) e c) del comma 98, l’assegnazione alla sede avviene al termine della relativa fase, salvo che siano titolari di contratti di supplenza diversi da quelli per supplenze brevi e saltuarie. In tal caso l’assegnazione avviene al 1º settembre 2016, per i soggetti impegnati in supplenze annuali, e al 1º luglio 2016 ovvero al termine degli esami conclusivi dei corsi di studio della scuola secondaria di secondo grado, per il personale titolare di supplenze sino al termine delle attivita’ didattiche. La decorrenza economica del relativo contratto di lavoro consegue alla presa di servizio presso la sede assegnata.”

Tuttavia, l’USP di Ancona dice che non è stato ancora autorizzato dal MIUR a procedere alle nomine a tempo determinato e che queste potrebbero essere effettuate addirittura in concomitanza con la fase C. Quindi mi chiedo: come si regoleranno gli USP per le nomine a tempo determinato? C’è una regola valida per tutti o sarà, come spesso succede, a discrezione dell’USP interessato? Si è già pronunciato il MIUR a riguardo o si pronuncerà una volta terminate le fasi 0 e A? Confido in una vostra rassicurante risposta, consapevole che questo quesito possa essere utili per tanti precari indecisi se presentare domanda di assunzione. Cordiali saluti

Lalla – gent.mo Daniele, secondo noi il Miur non deve dare alcun "via" alle nomine a tempo indeterminato. Concluse le fasi 0 e A, concluse le operazioni di mobilità annuale, conclusa l’assegnazione della sede ai neoimmessi, si potrà procedere con l’assegnazione delle supplenze. Operazione che, ci auguriamo, gli Uffici Scolastici abbiano in animo di organizzare prima dell’inizio delle lezioni.

Ci risulta in tal senso che alcuni Uffici Scolastici si stanno organizzando, con dei calendari di massima, vedi Teramo.

Nessun ostacolo dunque, tutto sta nell’organizzazione. La risposta secondo la quale bisognerebbe attendere la fase C al momento la troviamo assolutamente fuori luogo. In ogni caso ti consigliamo di non far dipendere solo da questo la presentazione o meno della domanda.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads