Settimana corta Personale ATA: il computo delle giornate di sabato e domenica in caso di malattia

Giuseppina – Vi chiedo di chiarirci ancora come devono essere gestite le giornate di malattia o visita specialistica cadenti di sabato, in regime di settimana corta (servizio da lunedì a venerdì)

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Giuseppina, è utile precisare che, qualora l’orario di servizio sia articolato su cinque giorni lavorativi (quindi da lunedì a venerdì) e l’ultimo giorno di assenza, in base al certificato medico, coincida con la giornata di venerdì, non dovranno MAI essere calcolati come assenza il sabato e la domenica successivi se il dipendente fa rientro in servizio il lunedì.

Detto ciò, di seguito le riporto tutti i riferimenti espressi in materia per gli altri casi:

  1. Nota n. 101446 del 17/07/1997 della Ragioneria Generale dello Stato: in caso di assenza per malattia, dopo aver presentato una certificazione medica attestante una prognosi pari alla durata della settimana lavorativa, escludendo pertanto il sabato e la domenica, rimanesse ancora assente per malattia anche per tutta la successiva settimana lavorativa. I giorni di sabato e domenica sono da ricomprendere e computare senza soluzione di continuità in un unico periodo di assenza per malattia.
  2. Nota prot. 108127 del 15/6/1999 della Ragioneria Generale dello Stato: i giorni festivi interposti senza soluzione di continuità tra due periodi di malattia giustificati da due separati certificati che non lo contemplino sono comunque da considerare assenza per malattia e si cumulino con i periodi inclusi nei certificati stessi.

Inoltre nel 2004 il Tesoro ha puntualizzato che i giorni non lavorativi fra due periodi di malattia certificati con diagnosi diverse devono essere calcolati alla maniera di giorni di assenza per malattia. In questo modo lo stato giuridico di malattia è unico e comprende anche i giorni non lavorativi.

Infine ricordo che se l’assenza per visita specialistica è imputata a malattia, il giorno festivo ricompreso tra due visite specialistiche o tra assenza per malattia e visita specialistica dovrà essere considerato, senza soluzione di continuità, quale unico periodo di malattia.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads