Ho perso il ruolo in fase A per accorpamento contingente fase 0 e A

A.C. – Sono una precaria che da undici a questa parte anni firma contratti a Tempo Determinato con la scuola, e vorrei rendere noto quanto è accaduto a me e ad altre persone durante la Fase A delle convocazioni e assunzioni a Tempo Indeterminato nella Provincia di Catania di mercoledì 5 agosto 2015.

Nel mio caso specifico tutto inizia il 30 luglio scorso, quando viene pubblicato il calendario convocazioni “Fase A”, insieme ad una tabella con dati rilevati dai tabulati forniti dal Sistema Informativo del M.I.U.R. per le nomine da conferire.

Da questa tabella si evince che per la classe di concorso A245, dove mi trovo alla posizione numero 2, c’è una disponibilità nella Graduatoria ad Esaurimento (NO Riserve L.68/99).

Poiché la persona che occupa la prima posizione della graduatoria ad esaurimento viene convocata per la “Fase Zero” ed ottiene conferimento di incarico a Tempo Indeterminato, sono io la prima in lista a dover essere convocata per la “Fase A”.

Effettivamente questo avviene: vengo convocata con documento Prot. 11031 Ufficio DIV. II datato Catania 03/08/2015, (pubblicato on- line il 04/08/2015).

Successivamente, sempre in data 04/08/2015, viene pubblicato on-line un altro documento (Prot. 11063 Ufficio II GRADO Organici e mobilità) il quale apporta delle modifiche, convocando dei riservisti al posto di altre persone precedentemente convocate; il mio nominativo è fra quelli sostituiti.

Così il 5 agosto, quando mi sono recata alle convocazioni, ho potuto constatare che l’incarico non mi veniva conferito perché assegnato ad una riservista in forza di un ordine, impartito da non meglio specificati superiori, che imponeva di accorpare la Fase Zero con la Fase A. Il dirigente, da me interrogato al riguardo, ha affermato: «Abbiamo ricevuto, da nostri superiori l’ordine di accorpare la Fase Zero alla Fase A». Così è scattata la procedura d’immissione in ruolo dei riservisti.

Alla mia richiesta di avere in visione l’ordine sopra menzionato è stato opposto un verbale diniego, con espresso invito di rivolgermi al MIUR e all’USR.

A fronte di una procedura chiara, appositamente voluta per fasi ben distinte e separate l’una dall’altra, a seguito di ordini (i quali, ove esistenti, sarebbero palesemente illegittimi) sono state mutate le regole del conferimento dell’incarico a mio danno.

Confesso che questa situazione mi ha lasciato a dir poco sconvolta, e continuo a pormi continuamente la stessa domanda: «Sta succedendo la stessa cosa in tutte le regioni d’Italia oppure soltanto in Sicilia? O forse solo nella provincia di Catania?».

Vorrei condividere il mio dispiacere con quanti stanno subendo la stessa mia sorte e, spero che un rappresentante dell’autorità competente sulle assunzioni della scuola possa darmi chiarimenti in merito.

Lalla – gent.ma, ti confermiamo che l’operato dell’Ufficio Scolastico è stato corretto. In un primo tempo infatti anche noi avevamo pubblicato una nota dell’USR Piemonte su riserve legge 68/99 fase 0 e A. In una sucessiva rettifica è stato poi chiarito che il Miur, durante una riunione con i direttori degli USR aveva chiarito che il contingente delle fasi zero e A va considerato unico. La rettifica

Pertanto, con l’espressione "ordine dei superiori" si intende il riferimento a quanto emerso in quella riunione, poi messo per iscritto dall’USR Piemonte.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads