Ho presentato la domanda piano straordinario, ma mi sono pentita. Posso cancellarla?

Maria – Io ho presentato la domanda x l’immissione in ruolo, ma adesso sono pentita xké ho 2 bambini piccoli, è possibile ritirarla ed annullarla?

Lalla – gent.ma Maria, è possibile cancellarla (manifestando così la volontà di non partecipare al piano straordinario di assunzioni) entro il 14 agosto ore 14. Tutte le domande che a quella data e a quell’orario saranno state inoltrate correttamente saranno ritenute valide (non ci si potrà pentire successivamente).

Per manifestare la volontà di non partecipare al piano devi utilizzare il tasto Cancella..

Differenza tra cancellazione e ritiro della domanda

Maria – Se non presento la domanda rimango in GAE, ma la GAE é valida anche il prossimo anno?

Lalla – a questa domanda ha risposto il Ministero nella FAQ n.19

"Entro il limite del periodo massimo di 36 mesi consentito dall’articolo 1, comma 131, della legge 107/2015. E solo nel caso in cui vi siano posti disponibili.
Occorre tener presente che nel 2015/2016 non rimarranno posti vacanti e disponibili poiché saranno tutti occupati al termine del piano assunzionale straordinario. Anche nel 2016/2017 con ogni probabilità non vi saranno posti vacanti e disponibili in molte province poiché potranno essere occupati dal personale già di ruolo nel 2014/2015 a seguito del piano straordinario di mobilità previsto dal comma 108 della citata legge 107/2015. Inoltre, l’Amministrazione svolgerà concorsi con cadenza regolare e dunque tutti i posti vacanti e disponibili potranno in ogni caso essere occupati dai vincitori dei concorsi stessi, senza dunque che ne rimangano da coprire con supplenze. In conclusione, il fabbisogno di supplenti sarà più basso in futuro rispetto a quanto accaduto sino al 2014/2015, sarà limitato all’organico di fatto e sarà distribuito geograficamente in maniera diversa."

Dunque, la GaE rimarrà valida. A partire dal 1° settembre 2016 da essa si potranno ricevere supplenze su posti vacanti e disponibili solo fino a 36 mesi (posti che, con il piano assunzionale e la conseguente mobilità straordinaria potrebbero diventare sempre più rari).

Il Ministero vuole cioè far capire che le supplenze da GaE nei prossimi anni potrebbero diventare sempre più rare e dunque riflettere bene sulla mancata presentazione della domanda.

Le GaE comunque (questo lo dice la legge n. 107/2015) continueranno ad essere utilizzate per il 50% delle immissioni in ruolo disponibili fino al loro esaurimento.

Un particolare non trascurabile sarebbe capire quando ci saranno le prossime. A rigore, dato che entro il 1° dicembre dovrà essere bandito il concorso, le cui graduatorie dovranno essere pronte per il 1° settembre 2016, ci aspetteremmo cospicue assunzioni anche per il prossimo anno scolastico.

E tuttavia il Ministero, sempre nell’intento di promuovere il piano assunzionale straordinario dell’a.s. 2015/16, afferma "Per quanto riguarda gli anni successivi, va ricordato che nel 2016/2017 cambierà la geografia dei posti vacanti e disponibili poiché molti di questi potranno essere occupati dal personale già di ruolo nel 2014/2015 a seguito del piano straordinario di mobilità previsto dal comma 108 della legge 107/2015. Quindi, i primi scorrimenti nelle graduatorie ad esaurimento che eventualmente rimarranno in vigore dopo il piano straordinario potrebbero non avvenire prima del 2017/2018."

Da crederci? Se così fosse, fallirebbe anche il concorso. C’è dunque ancora qualcosa da chiarire.

Ti invitiamo comunque a riflettere bene sulla tua decisione.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads