Immissioni in ruolo fase B e C. Prevale il punteggio o prevale la provincia?

Gloria – Non mi è chiaro il meccanismo di attribuzione dei posti nel piano straordinario di assunzione cioè:

– prevale il punteggio,

o

– prevale la provincia?

Poiché sapere ciò è fondamentale, Ti sarei molto grata se potessi disporre di questa informazione “ in tempo utile”.

Lalla – gent.ma Gloria, abbiamo già risposto a questo quesito nel nostro video Immissioni in ruolo. Un video tutorial con le nostre FAQ: come funziona l’abbinamento punteggio/preferenze? Posso ricevere più proposte di nomina? Da quali graduatorie si viene cancellati se si rinuncia? …

Abbiamo inoltre dedicato uno specifico articolo

Piano straordinario assunzioni: come si assegna il ruolo

Possiamo in aggiunta segnalare la risposta che in merito ha fornito su facebook il dott. Max Bruschi, ispettore Miur:

La FAQ 22, dopo la rivisitazione, ha meglio precisato la prospettiva, dando una linea di indirizzo che tende a privilegiare il più possibile la provincia di preferenza.. La norma fissa l’opzione della provincia, in ordine decrescente. Il sistema è comunque programmato per sostenere le “prime preferenze”, essendo comunque frutto di una elaborazione simultan ea (un dato che sfugge, visto che siamo abituati a convocazioni “in successione”). Il criterio comunque invalicabile è quello del punteggio: per fare un esempio limite, di casi marginali, che però dovrebbe chiarire i dubbi, se Tizio sceglie Sondrio come prima provincia con 50 punti nella classe XX/A; se Caio sceglie Sondrio come centesima provincia con 70 punti nella classe XX/A; se il posto sulla XX/A c’è solo a Sondrio, il requisito che prevale è ovviamente quello del punteggio, dunque il posto va a Caio

La FAQ 22 dice questo

“Corro il rischio che tutti i posti a tempo indeterminato nella mia provincia siano occupati da colleghi che l’hanno indicata come seconda, terza o persino centesima preferenza?

La fase B del piano assunzionale è preceduta dalla fase A, che garantisce a tutti di trovar posto nella propria provincia, entro il limite dei posti disponibili. Anche per quanto riguarda la fase C, l’allocazione degli aspiranti ai posti avverrà secondo il meccanismo previsto dalla legge 107/2015, che salvaguarda le aspettative di tutti, consentendo di esprimere l’ordine di preferenza tra le province. In particolare, anche per la fase C l’assegnazione degli aspiranti ai posti avverrà con una particolare attenzione a garantire – al massimo delle possibilità – che ciascuno sia assegnato proprio alla prima tra le province secondo l’ordine delle preferenze espresse. Solo se nella prima provincia non sarà possibile trovare posto, perché tutti i posti risulteranno occupati da altri soggetti con maggior punteggio che hanno scelto quella provincia come prima, allora capiterà che la proposta di incarico a tempo indeterminato sarà effettuata per una provincia diversa.”

Lo speciale di OrizzonteScuola.it sulle immissioni in ruolo 2015

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads