Anche spezzone orario consente di posticipare presa di servizio per ruolo, purché al 30 giugno

Mariella – Gentile Lalla, ho presentato domanda per la fase B per la scuola dell’infanzia. Ho letto che se si riesce a prendere incarico annuale l’eventuale ruolo in altra provincia verrà posticipato di un anno. Mi chiedevo se ciò sia possibile anche nel caso in cui, in sede di nomine annuali, io riesca a prendere solo uno spezzone orario. Grazie tante. Cordiali saluti.

Lalla – La norma secondo la quale il docente destinatario di una supplenza annuale o fino al termine delle attività didattiche possa rinviare la presa di servizio alla conclusione del contratto è contenuta nella legge n. 107 del 13 luglio 2015 e ripresa dal Ministero nella annuale circolare sulle supplenze, con una precisazione che invita gli Uffici Scolastici a concludere le operazioni entro l’8 settembre.

“Per i soggetti che siano titolari di contratti di supplenza diversi da quelli per supplenze brevi e saltuarie e che risulteranno destinatari di proposta di assunzione, l’assegnazione, ai sensi dell’ art. 1, comma 99 della legge n. 107 del 13 luglio 2015, avverrà al I” settembre 2016, per i soggetti impegnati in supplenze annuali e al 10 luglio 2016 ovvero al termine degli esami conclusivi dei corsi di studio della scuola secondaria di secondo grado, per il personale titolare di supplenze sino al termine delle attività didattiche. La decorrenza economica del relativo contratto di lavoro consegue alla presa di servizio presso la sede assegnata.”

e la precisazione "

” Facendo seguito alla nota prot. 25141 del 10 agosto 2015, si ritiene utile precisare che codesti Uffici scolastici regionali dovranno concludere, entro e non oltre l’8 settembre 2015, il conferimento delle supplenze a favore del personale docente, sui posti dell’organico di fatto “.

Non conta il numero delle ore della supplenza, ma la sua durata, ossia che si tratti di un contratto con termine almeno al 30 giugno.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads