Assunzioni fase B attenzione ai dati

Ins. Pulvirenti Patrizia – Scrivo in merito all’articolo pubblicato ieri, relativo alle immissioni in ruolo posti rimasti alla fase "B" firmato da Rosanna Marchisciana Cisl scuola Caltanissetta.

Allegato a tale articolo c’è un file, questa la frase scritta" In allegato troverete un file riepilogativo dei posti rimasti alla fase B relativo alle seguenti 57 province su 100".

Bene: fra me e me penso di poter leggere il numero dei posti residui da assegnare su sostegno primaria, in particolare modo nella provincia di Roma e in quella di Verona. Peccato che nella colonna della fase B, delle province citate, apparisse il numero 0.

Così inizio ad agitarmi: sono mesi che faccio calcoli e mi informo su quali siano i posti della fase B.

Nella provincia di Roma sarebbero dovuti essere 94, in quella di Verona 120.

Si crea un allarmismo tra tutte noi, incluse in GM 2012, per la non corrispondenza "dati file Cisl con calcoli personali effettuati, da più colleghi, tenendo conto dei contingenti ufficiali".

Così ieri sera mi informo con alcune persone del comparto scuola più competenti di me. La prima di esse mi suggerisce di verificare se questi posti, da assegnare nella fase B, siano stati utilizzati per assegnazioni. Lo faccio subito, contattando una seconda persona molto esperta la quale mi informa che "Il personale avente titolo all’assegnazione provvisoria è contrattualmente delimitato" ed allega il contratto nel quale è possibile verificare quanto sostenuto.

Deduco che parte dei posti da assegnare in fase B dovrebbero essere usati per le assegnazioni, ma focalizzo la parola "parte" … non tutti. Non possono scomparire i posti che avrei dovuto leggere nella famosa colonna inclusa nel file in esame!

Per assicurarmi di quanto da me ipotizzato, mi informo con chi di competenza dell’Usp di Verona sempre molto serio e professionale. Vengo a conoscenza che ci sono ben 105 posti da assegnare nella fase B.

Alcune colleghe chiamano l’Usp di Roma, senza però riuscire a contattare il personale.

Adesso esprimo la mia opinione in merito all’articolo. È possibile, in un periodo emotivamente instabile per noi precari, dover visionare file non corrispondenti alla realtà. Ogni "falso allarme" è una vera e propria fitta al cuore.

Abbiamo accettato di partire per regioni lontane dalla nostra, anche se "costretti", dato che il lavoro ci serve per vivere. Chiediamo massima serietà da parte di chi elabora dati, ringraziamo per lo sforzo fatto ma vorremmo che l’unico protagonista autorizzato a pubblicare dati fosse il Miur. Lo facesse al più presto in via ufficiale, ci facesse sapere il numero delle cattedre residue da assegnare in fase nazionale per tutte le cdc su posto comune e sostegno.

Grazie dell’attenzione.

Lalla – gent.ma Patrizia, abbiamo fornito il file con tutte le precisazioni del caso, ossia il fatto che si tratta di una elaborazione non ufficiale (non sai quante volte abbiamo sollecitato in merito il Miur, ma orecchie da mercante, anche dopo esplicite rassicurazioni in tal senso), pertanto l’allarmismo non è giustificato.

Oggi, grazie alle vostre segnalazioni, abbiamo aggiunto alcuni dati, sempre con l’avvertenza che si tratta di dati non ufficiali.

Assunzioni. Posti disponibili fase B per provincia: dati parziali. Aggiornato con segnalazioni

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads