Trasferimento interprovinciale sul sostegno: ulteriori chiarimenti sul vincolo quinquennale

Lucia – grazie per la rapidità e la completezza. Specifico solo un’altra cosa sul mio trasferimento col sostegno interprovinciale che precedentemente non le ho scritto: ho lavorato e continuerò a lavorare nella scuola secondaria di secondo grado. Mi conferma quindi che non ho il vincolo per altri cinque anni nel sostegno? Mi è parso di capire che per altri gradi di scuola non è così.Indi per cui potrò continuare a chiedere ogni anno il passaggio alla mia materia, giusto? Infine: avrò la precedenza su tutti se non ci sono casi di esubero? Mi scusi se approfitto della sua disponibilità, ma mi ha tolto un macigno dal cuore…. e mi ha rallegrato la serata!!!!! Grazie ancora.

Giovanna Onnis – Gentile Lucia,

felice di esserti stata d’aiuto togliendoti un “macigno dal cuore”, ribadisco e ti confermo che il trasferimento interprovinciale sul sostegno nello stesso grado d’istruzione di titolarità non determina un nuovo vincolo quinquennale che è sul sostegno e non sulla provincia. Se nella provincia di precedente titolarità il tuo servizio sulla DOS fosse stato di 3 anni il computo del quinquennio sarebbe continuato nella nuova provincia di titolarità nella quale saresti stata vincolata sul sostegno per altri 2 anni al fine di completare il quinquennio, ma non è il tuo caso in quanto hai svolto 5 anni di servizio sulla DOS nella provincia di precedente titolarità, superando in questo modo il vincolo. Per un positivo riscontro, ti indico il riferimento normativo che è il CCNI sui trasferimenti 2015/16 Capo V, art.26
Puoi, quindi continuare a chiedere ogni anno il trasferimento su posto comune senza precedenza, a meno che tu sia beneficiaria di una delle precedenze previste nell’art. 7 del CCNI sui trasferimenti 2015/16, sempre che con il nuovo CCNI sui trasferimenti per il 2016/17 le regole rimangano le stesse

Posted on by nella categoria Mobilità, Sostegno
Versione stampabile
ads ads