Trasferimento 2015/16 su cattedre in Organico di Diritto o in Organico di Fatto?

Laura – Sono un ‘insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado (fuori dal vincolo quinquennale) ed ho partecipato alle operazioni di mobilità per l’anno 2015/2016 per passare su posto comune (inglese 345). La mia domanda di mobilità non è stata soddisfatta perché non c’erano posti disponibili nelle sedi da me indicate, tuttavia successivamente è comparsa una cattedra di inglese in una sede che io avevo indicato, perché un’insegnante ha chiesto il part time, e questa cattedra è stata data in assegnazione provvisoria.
Le domande di part time si dovrebbero fare entro marzo, giusto? Di conseguenza pubblicando gli esiti dei trasferimenti a giugno, quel posto doveva già essere noto.
Perché non è stato reso disponibile per la mobilità? Si potrebbe fare ricorso? Se sì, secondo quale procedura? Grazie

Giovanna Onnis -Gentile Laura,

non hai possibilità e motivo per fare ricorso, in quanto la cattedra “liberata” dal docente in part-time non è vacante, ma occupata da titolare. Tale cattedra, quindi, si è resa disponibile in Organico di Fatto ed è stata giustamente utilizzata per la mobilità annuale , assegnandola in AP a docente che ne ha fatto richiesta. Per i trasferimenti le cattedre devono risultare vacanti in Organico di Diritto, cioè non devono essere occupate da un titolare, come invece risulta per la cattedra che avresti voluto, in quanto il part-time non determina la perdita di titolarità nella scuola da parte del docente che ne usufruisce

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads