Utilizzazione da sostegno a posto comune

Gabriella – Sono una docente di sostegno di ruolo nella scuola secondaria di primo grado dal 2010 in possesso di abilitazione specifica anche nella classe di concorso AN77. Non avendo ottenuto il trasferimento, ho tentato di chiedere l’utilizzazione dal sostegno alla materia, perché la cattedra sulla quale avrei voluto essere utilizzata (nella mia stessa scuola), viene data da 2 anni in supplenza in quanto il titolare della stessa è utilizzato al liceo e quindi la cattedra è scoperta. Non essendo perdente posto non ho potuto chiedere l’utilizzazione nè tantomeno l’assegnazione provvisoria perché si tratta della stessa scuola, però non capisco una cosa: perché si può chiedere l’utilizzazione dalla materia al sostegno incondizionatamente e non viceversa? La trovo un’ingiustizia…Grazie per il tuo contributo.

Giovanna Onnis – Gentile Gabriella,

tra le finalità delle operazioni di utilizzazione vi è quella di sistemare i docenti in esubero, DOP o titolari in provincia che non hanno una scuola di titolarità e deve essere trovata per loro una collocazione per l’anno scolastico successivo.
Come chiarisce il CCNI sulle utilizzazioni e AP 2015/16, nell’art.2 comma 1 lettera i) possono chiedere utilizzazione “i docenti titolari su insegnamento curriculare in possesso del titolo di specializzazione che chiedono di essere utilizzati solo su sostegno, nell’ambito dello stesso grado di istruzione “ pur non avendo i requisiti previsti per le utilizzazioni su posto comune.
La priorità che viene date per le utilizzazioni sul sostegno di docenti specializzati, ma titolari su posto comune, ha come obiettivo quello di liberare cattedre per la possibile utilizzazione dei soprannumerari e dei DOP., come chiarito nell’art.9, comma 1 del CCNI:
Le operazioni finalizzate alla copertura dei posti di sostegno con personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, provvisto dell’apposito titolo di specializzazione, precedono le operazioni finalizzate alla copertura dei posti comuni. Ciò al fine di individuare tutti i posti disponibili per le operazioni di utilizzazione e quindi effettuando preliminarmente tutte le operazioni di sistemazione del personale titolare di sede; in particolare per massimizzare i posti disponibili, le utilizzazioni vengono effettuate privilegiando le operazioni che liberino posti per le fasi successive.”
L’operazione inversa, cioè da sostegno a posto comune, è consentita invece solo se il docente che ne fa richiesta ha i requisiti per poter chiedere utilizzazione come specificati nell’art.2 del CCNI

Posted on by nella categoria Sostegno, Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads