Pagamento esame di Stato II grado penalizzante

Lorenzo – Gent.ma Lalla, ti scrivo per chiederti un chiarimento riguardo i compensi come commissario esterno agli esami di maturità. Quest’anno sono stato commissario esterno per due classi e sono stato nominato in una sede a 37 minuti dalla mia residenza.

Quando però ho ricevuto il cedolino mi è arrivato il rimborso delle spese di viaggio calcolato dalla sede di servizio, facendomi ricadere nella fascia di rimborso più bassa (117 euro invece che 568…come se dovessi abitare a scuola, magari, risparmierei un po’ di soldi di affitto). Ma la cosa che trovo più strana è che chiedendo alla mia presidente di commissione informazioni al riguardo mi ha allegato la tabella dei compensi e mi ha detto di aver ricevuto 2496 euro come quota per gli esami (oltre ai soldi di rimborso delle spese viaggio) e questo mi fa sospettare che la mia presidente sia stata pagata per due classi (visto che il compenso è di 1248 euro per classe) mentre a me è stata pagata solo una classe (911 euro).

Ho chiesto chiarimenti alla segreteria della scuola dove ho svolto gli esami, ma secondo loro non c’è errore allegandomi un decreto attuativo degli esami del 2006/07 che se l’ho letto bene ha però carattere transitorio. Dopo 8 anni il Miur non ha aggiornato più il regolamento? Mi pare strano, oltre che ingiusto.

A mio parere quel decreto attuativo è stato scritto di corsa da persone che non hanno insegnato un giorno nella loro vita.

Chiedo il tuo parere sulla questione perchè sono 1000 euro che si giocano per un fatto di interpretazione delle norme, e visto che al momento sono disoccupato non sono proprio robetta per me, ma questa è un’altra storia. Se ti servissero ulteriori informazioni non esitare a contattarmi.

Buona giornata

risposta – gent.mo Lorenzo, ti confermiamo che il decreto con il quale vengono calcolati i compensi per Presidenti e commissari risale al lontano 2006/07 e non è mai stato aggiornato, pertanto valido.

Per quanto riguarda il tuo quesito, ti confermiamo che il calcolo dei compensi è corretto.

A Presidente, commissario eterno e commissario interno compete innanzitutto un compenso legato al profilo (non conta il numero degli alunni da esaminare).

Presidente € 1.249

Commissario esterno € 911

Commissario interno € 399

Il commissario esterno non percepisce 911 euro per classe, ma 911 euro per il suo lavoro nella commissione formata da due classi (dimezzato se c’è una sola classe).

A questo si aggiunge un compenso correlato alla distanza del luogo di residenza o servizio dalla sede di esame

Come si sceglie se va presa in considerazione il luogo di residenza o di servizio? Posto che sede di servizio o di residenza devono essere intese quelle dichiarate dagli interessati in occasione della presentazione delle domande, la scelta è semplice: va presa in considerazione, in termini di tempo di percorrenza, quella più vicina alla sede d’esame, come indicato dalla nota del 2 luglio 2007

Posted on by nella categoria Esami di stato
Versione stampabile
ads ads