Scrutini di settembre per recupero debiti scolastici: c’è obbligo per il docente non più in servizio nella scuola?

Buon giorno. Espongo di seguito il mio caso. Sono una docente a tempo indeterminato titolare in un liceo classico con completamento in un liceo linguistico . Dal primo settembre avrò il completamento in un liceo classico. Sono stata contattata dal liceo linguistico per gli scrutini di settembre relativi alle prove di recupero. Devo/posso farli io pur essendo in servizio in un’altra scuola? Grazie mille per l’attenzione

Giovanna Onnis – Gentile collega,

premetto che, se dal 1° settembre non sei più in servizio nella scuola, non sei obbligato a partecipare agli scrutini di settembre relativi ai giudizi sospesi per gli studenti con debito scolastico che hanno sostenuto gli esami per il recupero. L’argomento è disciplinato dall’articolo 8, comma 6 dell’O.M. n. 92/2007 che dispone quanto segue:”la competenza alla verifica degli esiti nonché alla integrazione dello scrutinio finale appartiene al consiglio di classe nella medesima composizione di quello che ha proceduto alle operazioni di scrutinio finale”. L’art. 8, comma 6, dell’ O.M. n. 92/2007 prevede, inoltre, l’ipotesi in cui alcuni componenti del consiglio di classe siano stati trasferiti ad altra sede scolastica o collocati in altra posizione ovvero posti in quiescenza. In tal caso essi possono essere richiamati e compete loro il rimborso spese.
La non obbligatorietà di assumere questo incarico per il docente non facente più parte dell’organico della scuola, viene esplicitata dal MIUR nella nota di chiarimento n.7783 del 19 settembre 2008 dove viene specificato che: “Nel caso in cui, però, tali componenti non possano o, comunque, non intendano accettare tale incarico, acquisita agli atti della scuola la loro espressa volontà, si dà luogo alla nomina di altro docente della stessa disciplina, secondo la normativa vigente.
Quindi puoi sicuramente fare gli scrutini di settembre nella scuola in cui hai lavorato l’anno scorso e in questo modo la scuola riuscirà a garantire la medesima composizione del consiglio di classe che ha proceduto alle operazioni di scrutinio finale. Se, invece, per motivi legittimi e documentati, vorrai rifiutare l’incarico, il DS dovrà procedere alla sostituzione come avviene negli scrutini ordinari.

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads