I permessi orari per legge 104/92 sono equiparati alle ore per allattamento

Scuola – Buongiorno con la presente si chiede una precisazione in merito ai permessi  giornalieri per i dipendenti che fruiscono di Legge 104. tali permessi giornalieri sono di due ore indipendentemente dall’orario  di servizio  o variano rispetto all’orario?  Si ringrazia per la consueta collaborazione La segreteria.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

ai sensi dell’art. 33, comma 6, della legge 104/92 così come modificato dall’art. 19 del D.L.vo 119/2011 “La persona handicappata maggiorenne in situazione di gravità può usufruire alternativamente dei permessi di cui ai commi 2 e 3, ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e non può essere trasferita in altra sede, senza il suo consenso.”

Il comma 2 si riferisce ai permessi ad ore, il comma 3 ai 3 giorni.

Il Contratto Scuola all’art. 15/6 prevede che il  dipendente ha comunque diritto ad altri permessi retribuiti previsti da specifiche disposizioni di legge.

Pertanto tutto il personale della scuola nella situazione indicata dall’art 33 c. 6 citato ha diritto alla riduzione oraria nel caso scelga di fruire dei permessi ad ore.

Ai sensi delle circolari INPDAP n. 49 del 2000 e n. 33 del 2002, e delle circolari INPS n. 139 del 2002 e n. 100 del 24 luglio 2012, tali ore sono equiparate a quelle per l’allattamento, pertanto è prevista analoga distribuzione: due ore al giorno per un orario lavorativo giornaliero pari o superiore alle sei ore, una ora al giorno per un orario inferiore alle sei ore.

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads