Assegnazione dei docenti alle classi e vincoli di parentela con gli allievi

Silvia -Salve, sono una docente di ruolo in una scuola secondaria di primo grado. Questa scuola è attualmente frequentata da un mio cugino di primo grado ( perciò tra noi vi è una parentela di quarto grado). Oltre me  vi sono altri  docenti di ruolo per la stessa disciplina senza legami di parentela con gli alunni. Vorrei chiedere se il dirigente scolastico potrebbe assegnarmi la classe in cui è presente mio cugino. Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Silvia,

il D.P.R. n. 62 del 16 aprile 2013, art. 6, comma 2 (Codice di Comportamento dei Dipendenti Pubblici) dispone che Il dipendente si  astiene  dal  prendere  decisioni  o  svolgere attività  inerenti alle sue  mansioni  in  situazioni  di  conflitto, anche potenziale, di interessi con interessi personali, del  coniuge, di conviventi, di parenti, di  affini  entro  il  secondo  grado.

Quindi l’incompatibilità sarebbe fino al secondo grado.

Dal punto di vista però prettamente didattico e valutativo, in più occasioni il MIUR (anche se in particolar modo per i candidati privatisti) ha disposto che nessun candidato può essere giudicato da chi sia a lui legato da vincoli di parentela o di affinità sino al quarto grado o dal quale abbia ricevuto lezioni private. Sono nulle le prove d’esame svoltesi in contravvenzione a tali divieti (art. 11, comma 1, D.P.R. 9.5.94, n. 487; art. 508, comma 5, D.L.vo 16 aprile 1994, n. 297).

Pertanto a mio avviso c’è sempre un principio di incompatibilità a meno che ovviamente non fosse in nessun caso possibile l’utilizzo di un altro insegnante per la stessa disciplina.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads