Docente trasferito con domanda condizionata che chiede utilizzazione: quali vincoli nell’ordine delle preferenze?

Paolo – Sono perdente posto da 3 anni,ho fatto domanda di trasferimento condizionata ,ogni anno faccio domanda per rientrare ma non ci sono posti. Ogni anno faccio domanda di utilizzazione e l ho ottenuta per due anni nella comune di residenza, sono titolare in un altra scuola ma fuori comune, dove sono ex titolare. Nelle preferenze della domanda di utilizzazione mi hanno sempre fatto mettere come prima sede la ex scuola titolare che si trova fuori comune e dopo scuole comune di residenza.

Da 2 anni ottengo utilizzazione nel comune di residenza, ma questo anno c era cattedra ex scuola titolare e siccome era 1 preferenza sono finita fuori comune con le cattedre dentro il Comune;la mia domanda è se ero obbligata a mettere come prima sede di preferenza la ex scuola titolare fuori comune e dopo le sedi che si trovano vicino casa?grazie

Giovanna Onnis – Gentile Paolo,

come trasferito d’ufficio a domanda condizionata rientri nella categoria dei docenti che possono chiedere utilizzazione, così come indicato nel CCNI, art.2, comma 1 lettera b):
i docenti trasferiti quali soprannumerari a domanda condizionata ovvero d’ufficio senza aver presentato la domanda nello stesso anno scolastico o nei 9 anni scolastici precedenti, che chiedano di essere utilizzati come prima preferenza nell’istituzione scolastica o, in subordine, nel distretto sub-comunale che la comprende o nel comune di precedente titolarità” .
Quindi l’ordine delle preferenze, così come da te inserite nella domanda, è corretto in quanto eri tenuto ad inserire la scuola di precedente titolarità come prima preferenza. Presumo, inoltre, che la scuola di ex titolarità, con relativo codice, l’avrai  indicata anche nella sezione E del modulo di domanda che riguarda le utilizzazioni con precedenza.

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads