Dubbi sulla mobilità. Assegnazione Provvisoria: quante volte si può chiedere?

Chiara – Sono una docente della scuola media, entrata di ruolo nell’a.s. 2014/2015. Nel marzo scorso, come da prassi, ho chiesto la mobilità (obbligatoria);ho sbagliato a compilare la domanda e mi hanno dato una sede d’ufficio. So che se dovessi richiedere nuovamente la mobilità, rientrerei nell’albo territoriale e questa cosa mi rammarica molto. Cosa mi consigli? Eventualmente quante volte si può chiedere l’assegnazione provvisoria, avendo due bimbe di uno e tre anni? Grazie mille..

Giovanna Onnis – Gentil.ma Chiara,

l’assegnazione d’ufficio della sede definitiva ti dava la possibilità per l’anno scolastico 2015/16, di chiedere utilizzazione, perché rientravi nella categoria prevista nella lettera e1) dell’art. 2, comma 1 del CCNI sulle utilizzazioni e AP 2015/16: “ docenti assunti a tempo indeterminato dal 1° settembre dell’anno scolastico precedente trasferiti d’ufficio”
E’ corretto ciò che dici relativamente alla mobilità per il 2016/17, infatti chiedendo trasferimento per il 2016/17, come stabilisce il comma 73 della legge 107, parteciperai alla mobilità sugli ambiti territoriali e non potrai avere titolarità in una scuola specifica.
Le regole precise sulla mobilità definitiva (trasferimento e passaggi) e sulla mobilità annuale (utilizzazioni e AP), non sono ancora note e saranno esplicitate nei relativi contratti (CCNI sui trasferimenti e CCNI su utilizzazioni e AP) che vengono predisposti annualmente. Per quanto riguarda l’assegnazione provvisoria, se non cambiano le regole, in base alla normativa attuale puoi chiederla anche ogni anno se hai i requisiti per il ricongiungimento al coniuge, ai figli o ai genitori. Avere figli di età inferiore ai tre anni costituisce sicuramente una precedenza (art.8, comma 1, punto IV) lettera i) del CCNI sulle utilizzazioni e AP), ma non è un requisito indispensabile.

Posted on by nella categoria Mobilità, Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads