L’assegnazione provvisoria per il 2016/17 farà perdere la titolarità?

Mina – Sono un’insegnante di scuola primaria in ruolo dal 2005..premetto che sono titolare di cattedra a Taranto ma per tre anni consecutivi ho chiesto l’assegnazione provvisoria in Liguria a La Spezia perché coniuge di militare col ricongiungimento e l’ho sempre ottenuta..ora vorrei sapere ma la mia situazione con la nuova riforma cambierà? Cioè io anche l’anno prossimo potrò ripresentare domanda di assegnazione o cambia qualcosa? Ed infine la cosa più importante..che mi interessa..mantengo sempre e comunque il posto che mi spetta nella mia sede di titolarità giù a Taranto ? O rischio di perderlo? E in quali casi? Cioè se fossi perdente posto? Anche io vecchia neoimmessa in ruolo rischio di finire nei famosi albi provinciali o regionali? Grazie in anticipo.

Giovanna Onnis – Gent.ma Mina,

la Legge 107 non ha indicato le modalità e i requisiti per la mobilità annuale che dovranno essere esplicitati nel nuovo CCNI sulle utilizzazioni e AP per il 2016/17, non ancora predisposto. Se le regole dovessero rimanere invariate, potrai chiedere ancora AP e questo movimento non inciderà sulla tua titolarità che rimarrà sempre nella scuola di Taranto. Nel comma 73 della Legge 107 si parla di ambiti territoriali per la mobilità territoriale e professionale per il 2016/17, cioè per coloro che chiederanno trasferimento, passaggio di cattedra e passaggio di ruolo, ma non per la mobilità annuale(utilizzazioni e assegnazioni provvisorie). Lo stesso comma citato chiarisce inoltre che gli ambiti territoriali interesseranno anche i docenti perdenti posto : “Il personale docente in esubero o soprannumerario nell’anno scolastico 2016/2017 e’ assegnato agli ambiti territoriali”. Queste nuove regole saranno  valide per tutti i docenti, a prescindere dall’anno di immissione in ruolo

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads