Mobilità annuale e conseguenze sulla titolarità

Cristina – Gentili esperti di OS, mi sarebbe utile avere un chiarimento relativamente alla risposta “L’assegnazione provvisoria per il 2016/17 farà perdere la titolarità?” fornita a Mina in data 5/09. Ecco il quesito: quindi anche x l’a.s. 2016-2017 il docente che chiederà e otterrà assegnazione provvisoria beneficerà ancora delle “regole tradizionali” x l’AP? Intendo che il docente che otterrà AP x l’a.s. 2016-2017 NON dovrà presentare il proprio C.V. al Dirigente scolastico e NON dovrà mettersi a disposizione dell’ambito territoriale? Ho capito correttamente? Se così fosse l’accoglimento dell’AP da parte dell’Usp provinciale implica nell’immediato l’attribuzione di una cattedra (metodo tradizionale x le AP). Ho inteso correttamente? Ringraziandovi anticipatamente per il chiarimento, esprimo un giudizio pienamente positivo per il Vostro ottimo servizio di consulenza.

Giovanna Onnis – Gent.ma Cristina,

come già indicato nella risposta fornita a Mina le regole per la mobilità annuale 2016/17 devono essere ancora stabilite e potremo conoscerle solo dopo la pubblicazione del nuovo CCNI. L’unica e importante cosa certa è che la mobilità annuale non ha mai causato modifiche nella titolarità del docente che ne usufruisce e presumo che questo rimarrà invariato, altrimenti non si chiamerebbe più mobilità annuale. Altro elemento importante da sottolineare e quanto stabilito nel comma 73 della Legge 107 : “Dall’anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale e professionale del personale docente opera tra gli ambiti territoriali”. Come puoi notare per gli ambiti territoriali si parla di mobilità territoriale (cioè Trasferimenti) e mobilità professionale (cioè Passaggi di cattedra e Passaggi di ruolo), ma non viene assolutamente menzionata la mobilità annuale (cioè Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie)

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads