Allattamento e riduzione oraria per il personale in part time. Stessi diritti dei lavoratori a tempo pieno?

Paola – devo chiedere un quesito urgente:oggi sono rientrata al lavoro dopo una maternità e ho chiesto le ore per allattamento visto che il bambino mi compie l’anno a novembre. Premetto che faccio lavoro par time verticale(personale ata 30 ore-lavoro 6 ore al giorno fino a venerdi e sabato libero).QUANTE ORE HO DIRITTO AD AVERE?DUE O UNA GRAZIE. E poi visto che oggi ho fatto orario normale le ore perse di allattamento le posso recuperare? Mi risponda presto la prego.

Paolo Pizzo – Gentilissima Paola,

Il D. Lgs. n. 151/2001 agli articoli 39 e 40 stabilisce che la madre e il padre fino al compimento del primo anno del bambino (o entro il primo anno di ingresso in famiglia del minore adottato o affidato), hanno diritto a fruire di riposi giornalieri retribuiti.

Tali riposi sono in riferimento esclusivamente all’orario giornaliero del lavoratore e non a quello settimanale. Il permesso è dunque subordinato esclusivamente all’orario di lavoro giornaliero e le ore di riposo devono essere così ripartite:

  • Se la giornata di lavoro è pari o superiore a 6 ore il riposo sarà di 2 ore (anche cumulabili);
    • Se la giornata di lavoro è inferiore a 6 ore il riposo è di 1 ora.

Pertanto, anche per il personale, docenti o ATA,  in part time verticale o per spezzone orario vale lo stesso principio. Questo perché la riduzione dell’orario è giornaliera e non settimanale.

Per quanto riguarda il recupero, la risposta è invece negativa. Gli eventuali permessi non goduti non possono essere recuperati.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads