Docente trasferita d’ufficio utilizzata nella scuola di precedente titolarità. Chiarimenti

Daniela – Una docente ha presentato domanda volontaria di trasferimento nell’a.s. 2012/13 ed ottenuto il trasferimento da una scuola ad un’altra nello stesso Comune. Quest’anno è risultata perdente posto e trasferita d’ufficio ad altra scuola sempre nello stesso Comune. Ha quest’anno presentato domanda di utilizzazione presso la scuola dove quest’anno ha perso il posto. Apparentemente nulla di strano ma l’art 2 Titolo I lettera b) CCNI del 23/05/2015 recita:.”…..senza avere presentato la domanda nello stesso
anno scolastico o nei 9 anni scolastici precedenti…”

Poiché ha presentato nel 2012 domanda volontaria di trasferimento la prof. ha diritto all’utilizzazione nella sede di precedente titolarità per altro con ore a disposizione? personalmente ritengo che la logica della norma risieda nel fatto che avendo volontariamente chiesto la sede poi persa (e non subito un trasf. d’ufficio) non “meriti” il reintegro a titolo di utilizzazione. Poiché stanno per scadere i 20 gg. dall’inizio dell’anno per un’eventuale modifica del provvedimento che potrebbe giovare me, confido in una Sua cortese e sollecita risposta Mille Grazie

Giovanna Onnis – Gent.ma Daniela,

la tua collega ha regolarmente presentato domanda di utilizzazione in base alla normativa vigente in sintonia con quanto disposto dall’art. 2 del CCNI da te citato del quale estrapoli una parte senza però considerare la sua interezza. Nell’art. 2 comma 1 lettera b) del CCNI sulle utilizzazioni e AP 2015/16 viene disposto quanto segue relativamente ai requisiti per poter chiedere utilizzazione:
i docenti trasferiti quali soprannumerari a domanda condizionata ovvero d’ufficio senza aver presentato la domanda nello stesso anno scolastico o nei 9 anni scolastici precedenti, che chiedano di essere utilizzati come prima preferenza nell’istituzione scolastica o, in subordine, nel distretto sub-comunale che la comprende o nel comune di precedente titolarità o, qualora non esistano posti richiedibili in detto comune, nel comune viciniore nel rispetto delle relative tabelle e che abbiano richiesto in ciascun anno dell’ottennio il trasferimento anche nell’istituzione di precedente titolarità. Pertanto per l’a.s. 2015/2016 può produrre domanda di utilizzazione il personale che sia stato trasferito d’ufficio o a domanda condizionata per l’a.s. 2007/2008 e successivi
La collega di cui parli risulta trasferita d’ufficio e sicuramente ha presentato domanda di trasferimento condizionata, quindi rientra pienamente nella tipologia prevista alla lettera b). Il fatto che la docente abbia presentato domanda di mobilità volontaria nell’anno scolastico 2012/13 ottenendo come scuola di titolarità quella nella quale quest’anno è risultata soprannumeraria non ha nessuna influenza sulla sua possibilità e sul suo diritto di poter chiedere utilizzazione per il 2015/16. La frase da te riportata e ripresa dall’art.2 “…..senza avere presentato la domanda nello stesso anno scolastico o nei 9 anni scolastici precedenti ” devi collegarla al soggetto che hai omesso, cioè “trasferiti d’ufficio” in quanto un docente soprannumerario può anche non presentare domanda di trasferimento e sarà sicuramente trasferito d’ufficio. Questa frase, quindi non puoi collegarla alla domanda di mobilità volontaria da lei presentata nel 2012/13 in quanto il suo esubero si è verificato nel 2014/15.
Mi dispiace, quindi, ma ciò che ritieni è inesatto e la tua collega “meritava” di essere utilizzata nella scuola dove è risultata perdente posto

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads