Assunzioni fase B: molte nomine in provincia di Terni. Perchè?

Giuliana – Cara Lalla, con quale criterio nella fase B in Umbria ci sono state tantissime proposte di assunzione in provincia di Terni e molto poche in quella di Perugia che conta circa il triplo degli abitanti (e sicuramente degli studenti) della prima? forse l’algoritmo è "condizionato " da scelte politche?

risposta – non comprendiamo cosa c’entri il numero degli abitanti di una città o le scelte politiche (di chi?) nell’algoritmo che ha assegnato le cattedre della fase B del piano straordinario di immissioni in ruolo.

In ogni provincia sono state assegnate delle cattedre solo ed esclusivamente se c’erano delle classi di concorso con cattedre ancora da assegnare e nessun aspirante in graduatoria. Questo vuol dire che in provincia di Perugia le graduatorie sono ancora piene, per cui questa condizione non si è venuta a creare, mentre a Terni ci sono state le condizioni per poter realizzare anche la fase B.

Evidentemente gli iscritti nella provincia di Terni era in numero minore rispetto alle cattedre disponibili (magari nel corso degli anni non è risultata provincia "appetibile") per i trasferimenti, per cui adesso riceve i colleghi che non hanno trovato collocazione nella propria provincia.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads