Mobilità 2016/17 e ambiti territoriali: in che modo saranno coinvolti i docenti DOP o soprannumerari?

Frida – Sono una docente in ruolo dal 2011 cui non è mai stata assegnata la sede per mancanza di cattedra. Purtroppo nell’anno di assegnazione della sede si è creato, nella mia materia, un esubero in provincia che è stato ovviamente trasferito d’ufficio su quella unica cattedra che sarebbe dovuta diventare la mia sede.

Ho letto i quesiti relativi alle utilizzazioni e AP per l’anno 2016.2017 rispetto alla Legge 107 e le vs risposte, ma riflettevo sulle vs seguenti parole: “Nel comma 73 della Legge 107 si parla di ambiti territoriali per la mobilità territoriale e professionale per il 2016/17, cioè per coloro che chiederanno trasferimento, passaggio di cattedra e passaggio di ruolo, ma non per la mobilità annuale (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie). Lo stesso comma citato chiarisce inoltre che gli ambiti territoriali interesseranno anche i docenti perdenti posto : “Il personale docente in esubero o soprannumerario nell’anno scolastico 2016/2017 e’ assegnato agli ambiti territoriali”. Queste nuove regole saranno valide per tutti i docenti, a prescindere dall’anno di immissione in ruolo”. Devo dedurre che anche nel mio caso finirò nell’ambito territoriale, in quanto, non avendo sede, sarò costretta a fare domanda di mobilità territoriale e professionale? Oppure potrò bypassare detta domanda e fare esclusivamente quella d’utilizzazione, quando sarà il momento, con la quale tra l’altro sto lavorando ogni anno sulla stessa fatidica cattedra, poiché la titolare ha sempre richiesto di essere utilizzata altrove. Ringrazio anticipatamente. Rimanendo in fiduciosa attesa, saluto cordialmente.

Giovanna Onnis – Gentilissima Frida,

la tua condizione di docente DOP o titolare in Provincia e comunque senza scuola di titolarità, ti obbliga a chiedere ogni anno trasferimento per avere l’assegnazione di una sede di titolarità e per non rischiare che questa ti venga assegnata d’ufficio. Per l’anno scolastico 2016/17, le cose per te sostanzialmente non cambiano , in quanto dovrai presentare sempre domanda di trasferimento, anche se le preferenze non potranno essere su specifiche scuole, ma sugli ambiti territoriali. Non presentando domanda di trasferimento se si verificasse un assorbimento dell’esubero per maggiori disponibilità di cattedre per la tua cdc, rischieresti un trasferimento d’ufficio su un ambito territoriale che potrebbe anche non essere di tuo gradimento. In base ai risultati dei movimenti potrai poi decidere se presentare successivamente domanda di utilizzazione secondo quanto stabilirà il CCNI sulla mobilità annuale 2016/17

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads