Anno di prova dopo passaggio di ruolo. Chiarimenti

Silvia – Sono una docente e quest’anno ho chiesto il passaggio di ruolo dalla primaria all’infanzia. La mia dirigente sostiene che dovrò fare l’anno di prova secondo la modalità dei neo-assunti, cioè tutoraggio e portfolio. Ho letto un vostro articolo dove si precisava che l’anno di prova consiste solo nei 180 giorni. Vale ancora questa regola?Mi pongo questa domanda soprattutto perché vorrei chiedere il trasferimento interprovinciale. Sarà possibile chiederlo, visto che l’anno di prova si conclude a giugno?

Giovanna Onnis – Gentile Silvia,

la Dirigente scolastica sbaglia nel sostenere che in seguito al tuo passaggio dalla scuola Primaria alla scuola dell’Infanzia dovresti fare l’anno di prova come i neo-immessi in ruolo, cioè prova (180 giorni) + formazione. Infatti i docenti che ottengono il passaggio di ruolo sono tenuti a effettuare solo i 180 giorni di servizio, ma non anche la formazione con tutto ciò che essa comporta. Ti invito a consultare e a far consultare alla tua DS la guida predisposta da Paolo Pizzo sull’argomento  http://www.orizzontescuola.it/speciali/anno-prova-e-formazione-docente-che-ha-ottenuto-passaggio-cattedra-o-ruolo
Per quanto riguarda il trasferimento interprovinciale non c’è nessun impedimento nel richiederlo anche se non hai superato l’anno di prova. Il vincolo esiste se devi presentare ulteriore domanda di passaggio di ruolo o passaggio di cattedra per i quali una delle condizioni per poterli richiedere è proprio il superamento dell’anno di prova

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads