CTP riorganizzati in CPIA: il docente titolare perde il punteggio di continuità maturato?

Rossella – Sono un’insegnante dell’ex 4ºCTP e attuale 2ºCPIA, ho molti punti di continuità perché lavoro da 15 anni nel CTP. Dalla segreteria mi hanno fatto sapere che, nel passaggio al CPIA perderò tutto il punteggio. È vero?

Giovanna Onnis – Gentile Rossella,

non è corretto quanto sostengono nella segreteria della tua scuola, in quanto l’attivazione dei nuovi CPIA in organico di diritto, con relativi codici meccanografici, determinerà la sede di titolarità esclusivamente per il Dirigente Scolastico e per il DSGA che ne faranno richiesta, mentre per il personale ATA e per i docenti la titolarità rimarrà invariata, cioè sarà nell’attuale CTP di appartenenza, CTP che confluisce, assieme ad altri, nel nuovo CPIA. Quindi se non devi chiedere trasferimento e rimarrai nello stesso CTP anche se riorganizzato in CPIA ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263, non perderai il punteggio di continuità maturato nello stesso CTP. A conferma di ciò c’è la nota 5 della tabella di valutazione allegata al CCNI sui trasferimenti 2015/16, dove si chiarisce quanto segue: “Per i docenti titolari di posti per l’istruzione e la formazione dell’età adulta attivati presso i centri territoriali che si riorganizzeranno nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. n. 263/2012 ai fini dell’assegnazione del punteggio per la continuità del servizio, va fatto riferimento alla titolarità del posto per l’istruzione e la formazione dell’età adulta a suo tempo individuati a livello di distretto”

 

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads