Assenze per malattia: ricovero e periodi di convalescenza e trattenuta di legge. Chiarimenti per il dirigente

Dirigente scolastico  – ad una docente che ha subito un intervento chirurgico presso una clinica odontoiatrica: 1. per il giorno dell’intervento si deve procedere alla decurtazione di legge? 2. Per il giorni successivi assente per salute (convalescenza post intervento) si deve procedere alla decurtazione di cui sopra?

Paolo Pizzo – Gentile Dirigente,

  1. il regime più favorevole del trattamento per il ricovero ospedaliero, può essere applicato sia nel caso di intervento operatorio da effettuarsi in day hospital, ma anche in macroattività in regime ospedaliero, compresi il day surgery e il day service ambulatoriale (parere Direzione centrale risorse umane Inpdap – Ufficio IV), atteso che in tale ipotesi sussiste, comunque, l’elemento del ricovero a fini operatori (e non quindi per l’effettuazioni delle “semplici” terapie).
  2. in merito alla trattenuta da non applicare per i giorni di assenza dovuti a convalescenza post-ricovero ospedaliero a seguito di ricovero o intervento chirurgico o altro fatto traumatico prescritta dalla struttura o dal medico curante, il Dipartimento della Funzione Pubblica, con parere n. 53 del 5/11/2008, ha affermato che in caso di ricovero ospedaliero, il rinvio dinamico della legge alla previsione del Contratto per il comparto Ministeri, non riguarda in senso stretto soltanto i giorni di ricovero ma concerne il regime più favorevole previsto per le assenze per malattia dovute appunto a ricovero ospedaliero, con ciò comprendendo anche l’eventuale regolamentazione più vantaggiosa inerente il post-ricovero.

Ciò che indica la Funzione Pubblica è da applicare anche al personale del comparto Scuola, in virtù del fatto che il parere parla di “rinvio dinamico alla previsione dei contratti collettivi inclusa la regolamentazione più vantaggiosa inerente il post ricovero”, così come appunto prevede anche il CCNL/2007 al pari del Contratto del comparto Ministeri.

A parere di chi scrive la docente rientra nelle due ipotesi sopra citate.

Posted on by nella categoria Assenze
Versione stampabile
ads ads