Personale ATA inserito nelle graduatorie per attribuzione delle posizioni economiche ma trasferito in altra provincia: dove frequenterà il corso?

Calogera – Gentile Lalla di Orizzonte scuola, siamo due collaboratrici scolastiche immesse in ruolo nel 2009 e nel 2011 in provincia di Torino.Entrambi abbiamo prodotto, a suo tempo, domanda e siamo inserite in graduatoria per il corso di formazione x art 7 nella provincia di Torino.

Ebbene la mia collega è stata convocata nel 2012 a svolgere il corso ma non le hanno dato l’autorizzazione a farlo nella sede di servizio di assegnazione provvisoria in altra provincia, quindi dovrebbe essere ancora in graduatoria.
Io ho prodotto domanda nel 2012 ed anch’io sono inserita in provincia di Torino.

Il mio quesito è questo: dato che entrambi abbiano ottenuto il trasferimento rispettivamente a Trapani e Palermo, nel caso si avviassero i nuovi corsi, in base al nostro punteggio in graduatoria cosa possiamo fare per chiedere di farci svolgere il corso?

Una mia collega di ruolo in provincia di Como nel 2012 le hanno permesse di fare il corso a Palermo sede del trasferimento.

Ho chiamato l’USP di Torino, ma mio hanno detto che il corso e la graduatoria è su base provinciale. Ma se siamo entrambi inserite in graduatoria in caso di apertura delle nuove graduatoria possiamo fare domanda?
Grazie spero possiate rispondermi

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Calogera, prima di tutto chiariamo che in caso di assegnazione provvisoria e quindi in caso di svolgimento del servizio in provincia o regione diversa da quella di titolarità, la frequenza del corso avviene nella provincia in cui il candidato presta servizio.

Fatta questa premessa, si ricorda che, gli aspiranti utilmente inseriti negli elenchi per le attività formative, che a seguito delle operazioni di mobilità siano trasferiti in altra provincia, mantengono, in prima applicazione, il diritto all’attribuzione della posizione economica, fermo restando il superamento del corso di formazione.

La corresponsione del beneficio economico a favore del personale trasferito è disposta dall’Ufficio provinciale del Ministero dell’economia della nuova provincia di titolarità. Al fine del rispetto del limite complessivo del contingente previsto dall’Allegato 1 presente nel Decreto direttoriale n.863 del 05/08/2015, le posizioni economiche attribuite al personale trasferito in altra provincia non possono essere reintegrate nelle rispettive province di provenienza.

Di conseguenza, sulle posizioni economiche del personale trasferito in altra provincia non è ammesso alcun scorrimento di graduatoria.

Pertanto per i motivi sopra menzionati in caso di trasferimento in altra provincia ma utilmente collocato negli elenchi per le attività formative, si mantiene il diritto all’attribuzione della posizione economica, e il corso di formazione sarà espletato nella provincia di servizio.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads