Trasferimento provinciale e interprovinciale per l’a.s.2016/17: quale dei due movimenti avrà precedenza?

Armando – volevo chiedere se per il prossimo anno 16/17 faccio domanda di trasferimento in un altra Regione (io sono di ruolo dal 2004)se all’interno della Regione uno è perdente posto da un’altra scuola ha priorità su di me e nel caso non ci sono cattedre io resto sulla mia scuola di titolarità o vengo lo stesso messo nell’ambito territoriale dove ho fatto la domanda. Grazie

Giovanna Onnis – Gentile Armando,

non sappiamo ancora quali sarannole regole per la mobilità 2016/17 e se la sequenza operativa rimarrà invariata. In base a quanto previsto nel CCNI 2015/16, le operazioni di mobilità territoriale e professionale si collocano in tre distinte fasi:
I fase: Trasferimenti nell’ambito del comune;
II fase: Trasferimenti tra comuni della stessa provincia;
III fase: Mobilità professionale e mobilità territoriale interprovinciale
Quindi se le regole non cambieranno il collega perdente posto nella provincia dovrà essere “sistemato” prima di te in quanto il suo movimento sarà in II fase, mentre il tuo da un’altra provincia sarà in III fase, quindi successivo. Se non ci saranno disponibilità di cattedre nell’ambito territoriale da te richiesto, rimarrai nella tua scuola di titolarità.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads