Docente neo-immesso in fase 0 e mobilità 2016/17: è sempre valida la precedenza ( legge 104) per invalidità personale?

Anna – Quest’anno sono entrata in ruolo in fase 0 e, fortunatamente, ho scelto una sede nel mio comune. Poiché, per gravi patologie, mi è stata riconosciuta una invalidità superiore ai 2/3 e legge 104, potrei avere una precedenza per la sede definitiva e scegliere una scuola del mio comune più vicina alla mia abitazione che è stata assegnata quest’anno come sede provvisoria a un altro collega entrato in ruolo anche lui in fase 0? Eventualmente avrei anche una preferenza nella scuola che già mi è stata assegnata in fase provvisoria?
Se ho capito bene, in ogni caso, non dovrei comunque rientrare negli albi territoriali a meno che in futuro non chiedessi un trasferimento. Ti ringrazio anticipatamente per la risposta.

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna,

sicuramente come neo-immessa in fase 0 non rientrerai negli ambiti territoriali e per la mobilità 2016/17, al fine dell’assegnazione della sede definitiva, per te saranno valide le vecchie regole e potrai esprimere preferenze su scuole specifiche e non sugli ambiti territoriali. Questo è chiarito esplicitamente nella legge 107, dove nel comma 73 si stabilisce che : “Al personale docente assunto nell’anno scolastico 2015/2016 mediante le procedure di cui all’articolo 399 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, continuano ad applicarsi le disposizioni del medesimo decreto legislativo in merito all’attribuzione della sede durante l’anno di prova e alla successiva destinazione alla sede definitiva.”
Per i docenti assunti nelle fasi B e C è valida, invece, la nuova regola sulla mobilità negli ambiti territoriali come chiarisce sempre il comma 73 della Legge 107:
Il personale docente assunto ai sensi del comma 98, lettere b) e c), e’ assegnato agli ambiti territoriali a decorrere dall’anno scolastico 2016/2017”
Ambiti territoriali che coinvolgeranno inoltre tutti i docenti immessi in ruolo antecedentemente all’a.s. 2015/16 e che chiederanno mobilità territoriale e/o professionale per il 2016/17. Stessa situazione riguarderà i docenti soprannumerari per il 2016/17.
Non è chiara ancora la tempistica e l’ordine con il quale verranno analizzate le domande di trasferimento, e sono tanti gli interrogativi che per ora rimangono senza risposta. Quali domande avranno precedenza? Quelle sugli ambiti territoriali o quelle dei docenti che, come te potranno ancora esprimere preferenze sulle scuole? Sarà il MIUR che dovrà chiarire e dare risposta mediante regole e disposizioni che dovrà esplicitare chiaramente nel CCNI sulla mobilità 2016/17.
Per quanto riguarda la precedenza legata alla legge 104, sicuramente ci sarà tutela per coloro che ne hanno diritto a causa di disabilità personale , come si evidenzia nel comma 78 della legge 107 in relazione all’assegnazione dell’incarico triennale da parte del DS nei confronti dei docenti che presentano candidatura mediante curriculum nella scuola. Infatti viene chiarito che per l’assegnazione della sede varranno le precedenze della legge 104, articolo 21 e 33, comma 6. Di conseguenza i docenti con disabilità personale avranno la priorità nella sede presso cui invieranno il curriculum. Niente viene stabilito, invece per la precedenza relativa all’assistenza di familiari con art.3 comma 3 della legge 104 e anche su questo aspetto si attendono chiarimenti con il CCNI.
Sicuramente, con 104 personale, avrai, quindi, diritto alla precedenza per le scuole ubicate nel comune di residenza e sarà da chiarire in quali fasi questa precedenza sarà valutata.
Non esiste, invece, alcuna precedenza sulla scuola assegnata quest’anno come sede provvisoria.

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads