Docente neo-immesso e assegnazione sede definitiva: vale sempre la precedenza per assistenza familiare con legge 104/92?

Marco – I titolari di 104/92 per assistenza al familiare hanno una precedenza nell’assegnazione della sede definitiva nella scuola assegnata provvisoriamente l’anno prima, cioè la sede di immissione in ruolo? Dove posso trovare i riferimenti normativi? Grazie

Giovanna Onnis – Gentile Marco,

il docente che deve chiedere assegnazione della sede definitiva dovrà presentare domanda di trasferimento e conseguentemente il suo movimento sarà disciplinato dalla normativa prevista nel CCNI sui trasferimenti. Le precedenze di cui è possibile usufruire nel trasferimento sono sempre indicate in modo puntuale nel CCNI dove vengono raggruppate sistematicamente per categoria e sono funzionalmente inserite, secondo l’ordine di priorità, nelle sequenze operative delle tre fasi della mobilità territoriale per le quali trovano applicazione.
Il CCNI per la mobilità 2016/17 non è stato ancora predisposto, per cui non si sa ancora se le precedenze valutate fino a quest’anno verranno confermate, modificate o aggiornate.
Nel CCNI 2015/16 le precedenze vengono analizzate nell’art.7 dove, al comma 1, sono previste le seguenti categorie:
I) Disabilità e gravi motivi di salute
II) Personale trasferito d’ufficio negli ultimi otto anni richiedente il rientro nella scuola o istituto di precedente titolarità
III) Personale con disabilità e personale che ha bisogno di particolari cure continuative
IV) Personale trasferito d’ufficio negli ultimi otto anni richiedente il rientro nel comune di precedente titolarità
V) Assistenza al coniuge, ed al figlio con disabilità; assistenza da parte del figlio referente unico al genitore con disabilità; assistenza da parte di chi esercita la tutela legale
VI) Personale coniuge di militare o di categoria equiparata
VII) Personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali
VIII) Personale che riprende servizio al termine dell’aspettativa sindacale di cui al C.C.N.Q. sottoscritto il 7/8/1998
La precedenza che ti interessa è, quindi, quella indicata in posizione V), ma ribadisco che è indispensabile verificare se nel nuovo CCNI tali precedenze saranno confermate. Per ora le certezze sono quelle scritte nella legge 107, nel comma 73 dove si precisa che “Dall’anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale e professionale del personale docente opera tra gli ambiti territoriali” e nel comma 78 dove si stabilisce chiaramente che “A decorrere dall’anno scolastico 2016/2017, per la copertura dei posti dell’istituzione scolastica, il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo assegnati all’ambito territoriale di riferimento, prioritariamente sui posti comuni e di sostegno, vacanti e disponibili, al fine di garantire il regolare avvio delle lezioni, anche tenendo conto delle candidature presentate dai docenti medesimi e della precedenza nell’assegnazione della sede ai sensi dell’articolo 21 e dell’articolo 33, comma 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104”. Quindi è certo che i docenti con disabilità personale avranno la priorità nella sede presso cui invieranno il curriculum, mentre non è chiarita ancora la situazione dei docenti che beneficiano della legge 104 per assistenza a familiare con art.3 comma 3. Tale chiarimento dovrà essere dato dal MIUR e inserito nel CCNI 2016/17 e sarà possibile, quindi, avere delucidazioni in merito solo dopo la sua pubblicazione

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads