Docenti DOS e mobilità 2016/17: saranno coinvolti anche loro negli ambiti territoriali?

Vittorio – Sono un Docente di sostegno alle superiori passato di ruolo nel 2013.Quest’anno dato che ho superato i tre anni vorrei trasferirmi in altra Regione. Volevo sapere se dovevo cambiare la residenza e metterla nel posto in cui dovrò trasferirmi o è la stessa cosa? Poi quest’anno come funzionerà? Con gli albi territoriali o con le vecchie modalità di trasferimento? Nel caso in cui c’è l’albo territoriale a chi dobbiamo presentare la domanda presumibilmente verso marzo o aprile ai presidi con relativo curriculum? Ti ringrazio

Giovanna Onnis – Gentilissimo Vittorio,

non è possibile rispondere alle tue domande con totale certezza, in quanto la riforma della scuola, con le disposizioni normative stabilite nella legge 107, non contempla la situazione dei docenti titolari nella Dotazione Organica Sostegno e su come, per loro, funzionerà la mobilità per l’a.s. 2016/17. I docenti DOS, infatti, risultano titolari in provincia e non hanno mai avuto una scuola di titolarità, tanto è vero che per l’assegnazione della scuola in cui prestare servizio devono presentare, ogni anno, domanda di utilizzazione. Nella legge 107 non si stabilisce nessuna modifica per voi docenti titolari DOS che dovreste mantenere titolarità sulla provincia e presumo che, in questo modo, non sarete coinvolti negli ambiti territoriali che rappresenterebbero solo una parte di provincia, in quanto, come stabilisce il comma 66 la loro ampiezza dovrà essere inferiore alla provincia o alla città metropolitana. Se la mia ipotesi sarà confermata per l’assegnazione della scuola di servizio dovrete sempre presentare domanda di utilizzazione. Quindi ottenendo trasferimento interprovinciale nella DOS della provincia richiesta, dovrai chiedere, ovviamente, nella domanda di utilizzazione, scuole della nuova provincia di titolarità .
Se le regole dovessero cambiare, le modifiche che eventualmente dovessero coinvolgere voi docenti titolari DOS, saranno doverosamente esplicitate nel CCNI sulla mobilità 2016/17. In base alle regole attuali, per chiedere trasferimento interprovinciale, non hai nessun vincolo relativamente alla tua residenza, nel senso che non sei obbligato a modificare la tua residenza in funzione della sede richiesta in trasferimento interprovinciale.

Posted on by nella categoria Mobilità, Sostegno
Versione stampabile
ads ads