Bonus autoformazione docenti: da quando si potranno utilizzare e come funzionerà la rendicontazione?

Ciro – Per quanto riguarda il bonus insegnanti di 500 euro che dovremmo trovare nel cedolino di ottobre, possono essere spesi già da ora anche se materialmente non ci sono ancora stati dati? E come funziona la rendicontazione? Si parla di poter assistere a spettacoli cinematografici, teatrali e dal vivo, in questi casi basta il biglietto anche se non nominale oppure il cinema o il teatro devono rilasciare una fattura intestata al docente? Grazie.

Giovanna Onnis – Gentile Ciro,

sembra che il decreto per i 500 euro utili all’autoformazione dei docenti, sia in fase di pubblicazione    http://www.orizzontescuola.it/news/500-euro-non-sar-reddito-imponibile-breve-regole-rendicontazione

Sarà, quindi, la circolare del MIUR di prossima emanazione a fornire i doverosi chiarimenti e le risposte ai numerosi quesiti che i docenti si stanno ponendo.
Per ora, in base a quanto indicato nel comma 121 della legge 107, sappiamo come potrà essere utilizzato il bonus di 500 €, quest’anno accreditato nello stipendio di ottobre, e dal prossimo anno scolastico erogato tramite carta elettronica. In base al comma citato, infatti, si stabilisce che: “ La Carta, dell’importo nominale di euro 500 annui per ciascun anno scolastico, può essere utilizzata per l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale, per l’acquisto di hardware e software, per l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università’ e della ricerca, a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale, per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo, nonché per iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole “
Per quanto concerne la decorrenza delle spese e la relativa rendicontazione è necessario aspettare, quindi, il relativo decreto ministeriale e circolare esplicativa

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads