Fase C assunzioni un puzzle imperfetto?

Cinzia – Cara Lalla, c’è un aspetto delle assunzioni in face c che non mi è chiaro. Ho letto che gli USR provvederanno alla ripartizione dei posti nella secondaria di II grado per "aree disciplinari". Questo significa che le assunzioni saranno effettuate incrociando le graduatorie di tutte le classi di concorso che rientrano in quell’ambito, senza che si stabilisca un contingente provinciale preciso per ogni classe? Perché se fosse così tutto diventerebbe ancora più aleatorio di quanto non sia già e soprattutto a questo non si è mai accennato nella fase in cui andava presentata la domanda. Grazie.

risposta – confermiamo la aleatorietà della procedura. La fase C è sicuramente un puzzle imperfetto, ma il meccanismo a nostro parere è stato creato per favorire quanto più possibile coloro che hanno presentato domanda. Attendere le scelte completamrnte autonome delle scuole, dire quante unità assegnare per la singola classe di concorso, potrebbe essere "rischioso" ai fini del raggiungimento dell’obiettivo (puntare quanto più possibile ad assumere se non tutti, quasi tutti).

Non sta a noi dirti se questa può essere considerata una buona pratica, e se essa darà poi i suoi frutti, negli anni, per il miglioramento dell’offerta formativa. Secondo il Ministero, dice l’on. Faraone ai Dirigenti Scolastici, la procedura di quest’anno sarà vincolata dall’incrocio tra le vostre richieste e le disponibilità di personale assunto nella fase C  nelle vostre province"

Dici che a questo non si era accennato nella fase in cui veniva presentata la domanda. Questo dipende anche dal fatto che tali decisioni sono scaturite anche in seguito al numero di domande presentate e dagli esiti della fase B. Oggi sappiamo che il numero delle domande è inferiore al numero di posti disponibili nella tabella 1 (che comunque non andranno persi, ma recuperati nelle procedure 2016/17).

Tra l’altro non sappiamo neanche se la procedura prevederà un "incrocio" delle classi di concorso, come lo chiami tu. Secondo noi no, ma attendiamo che il Miur sia più esplicito sulle modalità che gli USR utilizzeranno per la gestione di questa fase.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads