Attività funzionali all’insegnamento: come si conteggiano le ore dei colloqui generali ?

Federica – Sono un’insegnante di ruolo da quest’anno in part-time di 14 ore ed assegnazione provvisoria su due Istituti Comprensivi con tre sedi di servizio e 7 classi. Vorrei un chiarimento su come vengono considerate le ore dei colloqui con le famiglie programmati dal collegio docenti a novembre ed aprile: in uno dei due Istituti Comprensivi la Dirigente ha fatto passare un comunicato nel quale fa rientrare tali colloqui nelle ore funzionali all’insegnamento; la Dirigente dell’altro Istituto invece le considera nelle 40 ore dei collegi docenti ritenendo come funzione strumentale solo l’ora di ricevimento settimanale. Quale delle due Dirigenti ha ragione?Puoi aiutarmi a capire come comportarmi? Attendo con ansia una tua risposta e ti ringrazio per l’aiuto.

Giovanna Onnis – Gentile Federica,

le attività funzionali all’insegnamento sono disciplinate dall’art.29 del CCNL/2007, riguardano tutti i docenti e si dividono in due tipologie:
a) partecipazione alle riunioni del Collegio dei docenti, ivi compresa l’attività di programmazione e verifica di inizio e fine anno e l’informazione alle famiglie sui risultati degli scrutini trimestrali, quadrimestrali e finali e sull’andamento delle attività educative nelle scuole materne e nelle istituzioni educative, per un totale di 40 ore annue;
b) la partecipazione alle attività collegiali dei consigli di classe, di interclasse, di intersezione. Gli obblighi relativi a queste attività sono programmati secondo criteri stabiliti dal collegio dei docenti; nella programmazione occorrerà tener conto degli oneri di servizio degli insegnanti con un numero di classi superiore a sei in modo da prevedere di massima un impegno non superiore alle quaranta ore annue.
Per maggiori dettagli e chiarimenti puoi consultare l’ebook predisposto da Paolo Pizzo http://banner.orizzontescuola.it/ebook%2040+40%20ore_Pizzo.pdf
Quindi le ore dedicate ai colloqui generali con le famiglie rientrano nel primo gruppo dove sono comprese le riunioni del Collegio Docenti. Si tratta, pertanto di attività funzionali all’insegnamento  e forse utilizzi erroneamente il termine “funzioni strumentali” che rappresentano, invece, incarichi che il Dirigente scolastico, affida a docenti che ne hanno fatto domanda  in base alle loro specifiche competenze e capacità nelle aree di intervento individuate e deliberate dal Collegio Docenti

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads