Mobilità straordinaria per l’a.s. 2016/17: chi potrà usufruire della deroga al vincolo triennale?

Elisa – Chiedo un chiarimento sulla ventilata esclusione dei docenti immessi in ruolo in fase B da GM dal piano di mobilità straordinaria, previsto l’anno prossimo; è una voce di corridoio o corrisponde ad un comma del decreto sulla buona scuola?
Appartengo a questa categoria e nel mio contratto è scritto che la mia attuale sede è provvisoria; pertanto ho reputato che la mobilità riguardasse anche noi (GM assunti in fase B). Grazie

Giovanna Onnis – Gentile Elisa,

il piano di mobilità straordinaria prevista per l’a.s. 2016/17 è stabilito dal comma 108 della legge 107 dove si parla appunto di mobilità straordinaria, in deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia. La mobilità riguarderà tutti i posti vacanti dell’organico dell’autonomia, per tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale. I docenti interessati da questa mobilità straordinaria, con possibilità di deroga al vincolo triennale, sono i docenti assunti a tempo indeterminato entro l’anno scolastico 2014/2015 e, successivamente, “i docenti di cui al comma 96, lettera b), assunti a tempo indeterminato a seguito del piano straordinario di assunzioni ai sensi del comma 98, lettere b) e c), e assegnati su sede provvisoria per l’anno scolastico 2015/2016, partecipano per l’anno scolastico 2016/2017 alle operazioni di mobilità su tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale, ai fini dell’attribuzione dell’incarico triennale”. Quindi sembrerebbe che i docenti come te che rientrano nel comma 96 lettera a) non siano coinvolti in questo piano di mobilità straordinaria, per cui, per loro sarebbe sempre valido il vincolo triennale e potranno partecipare solo alla mobilità provinciale. Come docente neo-immessa, infatti , sei su sede provvisoria e dovrai chiedere, mediante domanda di trasferimento, l’assegnazione della sede definitiva per l’a.s. 2016/17 che per te sarà sugli ambiti territoriali della provincia di immissione in ruolo. Questo è ciò che si evince dalla legge 107 e sarà necessario verificare nel CCNI 2016/17 non ancora predisposto i dettagli , le regole ed eventuali modifiche che potranno essere inserite

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads