Completamento orario. Chiarimenti per il Dirigente scolastico

Dirigente scolastico – Si chiede cortesemente di sapere se può essere conferita una supplenza fino a nomina a.d. per n. 6 h settimanali cl.conc. A032 scuola sec. di I° ( Prov. di X)  ad un docente già titolare di contratto fino al 30.6.2015 per l’insegnamento di Religione Cattolica nella Scuola Primaria per n.15 ore settimanali su Provincia diversa (Y).

Paolo Pizzo – Gentile Dirigente,

il D.M. 13/06/2007 n. 131 all’art 4 dispone  che il completamento d’orario possa avvenire esclusivamente nell’ambito di una sola provincia, fino al raggiungimento dell’orario obbligatorio di insegnamento previsto per il corrispondente personale di ruolo. E che il completamento è conseguibile con più rapporti di lavoro a tempo determinato da svolgere in contemporaneità esclusivamente per insegnamenti appartenenti alla medesima tipologia, per i quali risulti omogenea la prestazione dell’orario obbligatorio di insegnamento prevista per il corrispondente personale di ruolo.

All’art 5/8 poi ribadisce la disposizione precisando che  coloro che hanno titolo ad essere inclusi nelle graduatorie ad esaurimento di una sola provincia hanno facoltà di scegliere, ai fini dell’inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto, una provincia diversa da quella in cui figurano inclusi nelle graduatorie ad esaurimento medesime. Resta comunque preclusa, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, la cumulabilità di rapporti di lavoro in due diverse province. 

Pertanto la regola generale a cui attenersi è che il completamento non possa avvenire, prima di tutto se l’orario obbligatorio settimanale (18, 24 e 25 ore) dei diversi ordini di scuola non coincide (come nel quesito), e comunque, qualora coincidesse (es. tra I e II grado), non può comunque avvenire se si tratta di province diverse.

Posted on by nella categoria Senza categoria
Versione stampabile
ads ads