Supplenze ATA e ferie docenti. Chiarimenti per il DSGA e il DS

DSGA  e DS  – SI CHIEDE: 1) Un collaboratore scolastico ha chiesto di fruire il riposo giornaliero (ex allattamento): il Dirigente scolastico può nominare un supplente temporaneo, come succede per i docenti? 2) Richiesta, da parte di un docente, del pagamento ferie 2014/2015 non fruite: dal 04/06/15 al 14/06/15 assenza malattia; dal 15/6/15 al 24/06/15 assente per infortunio sul lavoro; dal 25/6/15 al 30/6/15 assente per malattia; dal 01/7/15 al 06/10/15 assente per infortunio; dal 07/10/15 al 26/10/15 assente per malattia. Come regolarsi con la richiesta del pagamento delle ferie avanzata dal docente? Sperando in una celere risposta ad entrambi i quesiti, si porgono distinti saluti e si ringrazia.

Paolo Pizzo – Gentilissimi,

  1. ai sensi del dm 430/2000 la nomina è di competenza del Dirigente scolastico scorrendo le graduatorie di istituto e fino alle esigenze di servizio. Dal momento che al contrario dei docenti non c’è bisogno di garantire la continuità didattica, è il dirigente che valuta la situazione (magari insieme al DSGA) e se sia opportuno coprire le ore di assenza del titolare.
  2. Dal quesito sembrerebbe trattarsi di docente a tempo indeterminato: se è così le ferie non possono essere monetizzate perché non c’è stata una cessazione dal rapporto di lavoro:

dovete allora applicare il CCNL/2007 il quale all’art. 13/10 dispone che In caso di particolari esigenze di servizio ovvero in caso di motivate esigenze di carattere personale e di malattia, che abbiano impedito il godimento in tutto o in parte delle ferie nel corso dell’anno scolastico di riferimento (nel vostro caso 2014/15), le ferie stesse saranno fruite dal personale docente, a tempo indeterminato, entro l’anno scolastico successivo (nel vostro caso anno in corso) nei periodi di sospensione dell’attività didattica (da leggere come “sospensione delle lezioni” e quindi vacanze di Natale e Pasqua ecc.).

Posted on by nella categoria Senza categoria
Versione stampabile
ads ads