Vincolo sul sostegno, proposta per trasformarlo da quinquennale a decennale: coinvolgerà tutti i docenti di sostegno?

Barbara – Gent.mi Lalla, Paolo Pizzo e Giovanna Onnis, vi scrivo per chiedervi un chiarimento. Sono un’insegnante di Lettere e di Sostegno immessa in ruolo su Sostegno nell’anno scolastico 2014/2015. Il Ministero sta lavorando per rendere meno agevole il passaggio di cattedra per gli insegnanti di sostegno con il divieto di non poter chiedere il trasferimento prima di dieci anni di servizio.
Premesso che cinque anni di “vincolo,” a mio avviso, sono più che sufficienti per potere operare una scelta consapevole e ragionevole sia per la permanenza sia per il passaggio di cattedra, questo divieto riguarderà anche chi ha firmato il contratto con clausole differenti, ovvero cinque anni di permanenza? Vi ringrazio e vi saluto cordialmente

Giovanna Onnis – Gentilissima Barbara,

come chiarito nell’articolo odierno pubblicato da OS,

http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-docenti-sostegno-passare-materia-curriculare-10-anni-o-concorso-ad-hoc

il vincolo di 10 anni è per ora una tra le tante ipotesi in discussione per la riforma del sostegno.

Proposta che a onor del vero era già emersa lo scorso anno nella proposta di legge 2444 del 10 giugno 2014 dove nell’art.6 si stabiliva che “Nelle more dell’inserimento nei ruoli per il sostegno didattico di cui all’articolo 4, al fine di garantire la continuità del diritto allo studio degli alunni con disabilità, i docenti specializzati in attività di sostegno con contratto a tempo indeterminato, prima di chiedere il passaggio di cattedra su posto disciplinare, sono tenuti a coprire il posto organico di sostegno per un periodo non inferiore a dieci anni, assicurando comunque il sostegno agli stessi alunni per la durata di un intero ordine o grado di istruzione.”

Proposta rimasta comunque tale, tanto è vero che ancora se ne parla, ma non è ancora normativa. Se dovesse diventare norma credo proprio che tutti i docenti di sostegno, indistintamente, saranno tenuti a rispettarla, come è sempre stato per tutte le riforme che hanno coinvolto il mondo della scuola

Posted on by nella categoria Riforme, Sostegno
Versione stampabile
ads ads