Docenti DOP e utilizzazione nella scuola di ex-titolarità. Chiarimenti

Antonio – Salve ai consulenti, un ringraziamento anticipato per la sicura e corretta risposta per i seguenti 2 quesiti. Due insegnanti graduati DOP per la stessa classe di insegnamento di due Istituti afferenti allo stesso ISISS ed utilizzati in questo a.s. nel proprio istituto di ex titolarità allo stesso modo per 10 ore + 8 a disposizione:

1 quesito: se si dovessero rendere disponibili 8 ore in uno dei due Istituti spettano al docente ex titolare in quell’istituto oppure a che è primo in graduatoria DOP?
2 quesito: e se si dovesse riformare una cattedra nel futuro in uno dei due Istituti a chi spetta il rientro al docente ex titolare oppure a chi è primo in graduatoria DOP?.

Giovanna Onnis – Gentilissimo Antonio,

chiaramente parli di istituti con codice distinto anche se fanno parte dello stesso ISISS .

I docenti DOP di cui parli sicuramente hanno chiesto di essere utilizzati nella scuola di precedente titolarità e sono stati accontentati con 10 ore sulla disciplina + 8 ore a disposizione.

Prima di rispondere ai tuoi quesiti ritengo doveroso premettere che l’utilizzazione nella scuola di ex-titolarità rappresenta una precedenza per i docenti che ne fanno richiesta a prescindere dal punteggio e questo è il caso dei due docenti DOP. Chiaramente la precedenza esiste se i docenti non hanno superato l’ottennio rispetto alla loro soprannumerarietà nella scuola.

Quindi in considerazione della premessa fatta ti fornisco le risposte ai quesiti che hai posto:

1° quesito
Se si dovessero rendere disponibili in uno dei due istituti ulteriori 8 ore sulla disciplina, queste spetterebbero al docente ex-titolare nella scuola che sta chiedendo la scuola in utilizzazione e che sarebbe utilizzato, quindi, non più con 10 + 8 a disposizione, ma su cattedra completa di 18 ore senza ore a disposizione.

2° quesito
Ricostituendosi la cattedra il rientro con priorità spetta sicuramente al docente ex-titolare.
Ritengo doveroso chiarire, però, che questo è valido se rimane invariata la normativa e le relative precedenze come previste nel CCNI 2015/16. Se la situazione di cui parli dovesse verificarsi nel prossimo anno scolastico, per avere conferma o smentita è necessario aspettare il nuovo CCNI dove saranno esplicitati i criteri e le regole per il 2016/17

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads