Confronto tra numero di domande e posti di potenziamento non dice tutto sulle assunzioni in fase C

Giovanna – Sono una docente inserita in Gae classe di concorso A007 che attende le assunzioni in fase C.

Dai dati emersi al momento, nella mia classe di concorso sono state presentate 157 domande confermate ed inoltrate al 14 Agosto. Le richieste USR in tutta Italia sono di 138.

Mi chiedevo i 19 docenti rimasti saranno esclusi da tale fase o verranno inseriti ugualmente?

Da quanto si legge le domande presentate sono inferiori ai posti dell’organico del potenziamento, la mia preoccupazione adesso riguarda la richiesta degli USR che è inferiore alle domande della mia classe di concorso. Non riesco a capire cosa succedrà agli altri e io potrei essere una di queste. Cordiali saluti

risposta – gent.ma Giovanna, innanzitutto va chiarito che il dato che analizzi tu potrebbe essere viziato da alcuni errori statistici.

Mi spiego meglio: tu dici infatti che le domande inoltrate entro il 14 agosto sono state 157. Non ci sono state assunzioni nella fase B? (lo chiediamo a te, noi non abbiamo questo dato a livello nazionale). Inoltre non ci sono docenti che sono in possesso anche del titolo di specializzazione per il sostegno e potrebbero aver contrassegnato la precedenza su questo tipo di assunzione rispetto a quella della classe di concorso disciplinare?

Solo se fossi in possesso almeno di questi due dati potresti operare un confronto più esatto sulle prospettive di assunzione in fase C.

Comprendiamo che molto probabilmente non hai punteggi molto alti, per cui il tuo timore è quello di essere esclusa per tale motivo. Ma bisognerà anche prendere in considerazione il fattore "prima preferenza". Infatti come indicato dalla FAQ n. 22 del Ministero

“In particolare, anche per la fase C l’assegnazione degli aspiranti ai posti avverrà con una particolare attenzione a garantire – al massimo delle possibilità – che ciascuno sia assegnato proprio alla prima tra le province secondo l’ordine delle preferenze espresse. Solo se nella prima provincia non sarà possibile trovare posto, perché tutti i posti risulteranno occupati da altri soggetti con maggior punteggio che hanno scelto quella provincia come prima, allora capiterà che la proposta di incarico a tempo indeterminato sarà effettuata per una provincia diversa.”

Dunque, se nella provincia che tu hai scelto come prima preferenza il bilancio tra domande presentate e richieste di potenziamento è positivo, il punteggio di per sè potrebbe non avere molta importanza. Al momento però non conosciamo quante sono le domande per ciascuna provincia (è chiaro che il candidato teme che la provincia sia stata scelta anche da chi è iscritto nelle GaE di altra provincia oppure da chi sarà assunto da concorso).

Pertanto, ad oggi, il nudo confronto così come proposto ha un valore molto limitato, a meno che tu non sia in grado di aggiungere altri dati.

Lo speciale di OrizzonteScuola.it sulle immissioni in ruolo fase C

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads