Presentazione della richiesta di ricostruzione di carriera

Docente  – Buona sera, Leggendo l’articolo sulla ricostruzione di carriera mi sono convinta a chiedere un vostro parere riguardo la mia situazione che di seguito spiegherò: Nel settembre del 2010, dopo tre anni di precariato, entro di ruolo e chiedo alla segreteria di avviare l’iter per la ricostruzione di carriera, mi viene risposto che spetterà farla alla scuola assegnatami come sede di titolarità.  Ebbene ad oggi io ancora attendo che questa ricostruzione di carriera venga fatta, tra l’altro avendo cambiato istituto nel 2012, nel 2013 mi sono premurata di far protocollare questa richiesta dalla segreteria, l’anno  scolastico scorso chiedo nuovamente notizie e mi viene risposto che ho solo 8 anni e che si può fare dal nono anno in poi. Leggo alcuni articoli e da quello che evinco non è proprio così, inoltre continuo a ribadire che non vorrei far scadere i famosi 5 anni che mi danno diritto al rimborso degli arretrati. Ognuno ha una versione diversa.  Io non sto capendo più nulla, ma soprattutto non vorrei perdere dei diritti per l’incompetenza del personale che gestisce la situazione. Come devo comportarmi? Vorrei chiare informazioni per tutelarmi e muovermi secondo la legge nei tempi stabiliti. Grazie.

FP – Gentile Docente,

in merito alla sua richiesta, mi permetto, in premessa, di segnalarle brevemente la normativa di riferimento in materia di presentazione della richiesta di ricostruzione di carriera.

Riprendendo quanto indicato in alcuni post precedenti, si chiarisce che il diritto alla ricostruzione di carriera decorre dal primo giorno successivo al superamento del periodo di prova.

Pertanto l’elemento che da diritto alla presentazione della domanda di riconoscimento dei servizi pre-ruolo – al di là delle indicazioni che fornisce l’Amministrazione –  è il superamento del periodo diprova.

Per quanto concerne la presentazione o meno dell’istanza –  è opportuno non trascurare i termini di prescrizione previsti dall’attuale normativa.

Infatti, il diritto alla ricostruzione di carriera è un diritto prescrivibile ovvero dalla conferma in ruolo decorrono i termini di prescrizione.

La prescrizione del diritto alla ricostruzione di carriera è di 10 anni (dalla conferma in ruolo), mentre il diritto a percepire gli arretrati si prescrive dopo 5 anni.

Preciso che i termini di prescrizione – di cui sopra – sono riferiti alla presentazione della domanda da parte dell’interessato.

Detto questo, se lei ha regolarmente presentato – alla sua scuola di titolarità –  regolare domanda di ricostruzione di carriera, subito dopo la conferma in ruolo, ha fatto quanto previsto dalla normativa.

Sarà cura della scuola attivare l’iter per il relativo Decreto di ricostruzione della carriera.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads