Anno di prova per il docente che ha differito la decorrenza economica. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Gentilissimi, una docente viene immessa in ruolo con la fase C della legge 107/2015 in una provincia diversa da quella di residenza. Dato che era giá titolare di un contratto sul sostegno,nominata da posto comune, in una scuola primaria per 6 ore sett.li fino al termine delle attivitá didattiche decide di non partire e rimanere in quella scuola. Oggi viene individuata dalla nostra scuola come destinataria di contratto sempre su sostegno,sempre da posto comune di scuola primaria e sempre fino al termine delle attivitá didattiche ma per 18 ore sett.li. La domanda é la seguente: deve effettuare il periodo di prova nella scuola dove prestava servizio per 6 ore all’atto dell’immissione in ruolo o nella nostra scuola dove presterá servizio per 18 ore? Nel ringraziare per il chiarimento si porgono cordiali saluti.

Docente che ottiene passaggio di ruolo dalla AD00 alla DOS: deve svolgere l’anno di prova e formazione

Pietro – Sono un docente a tempo indeterminato dall’anno scolastico 1996/97.
Essendo passato dopo 21 anni dal sostegno alle medie inferiori a quello superiore, la mia nuova scuola mi comunica che, in base alla legge 107 dovrei svolgere ( di nuovo ) l’anno di formazione e prova!Il mio pensiero ( per quello che conta ormai) è quello che la 107 si riferisca esclusivamente ai nuovi assunti. Potresti darmi delle delucidazioni e dei riferimenti normativi che avvalorino e sostengano questa mia considerazione. Ringrazio anticipatamente.

ATA: definizione di “Supplenza Breve”

Fiorenza – Gent.ma redazione, Vorrei sottoporre l’attenzione sulle nomine del personale Ata, ormai vietate x gli assistenti tecnici, un miraggio per gli Assistenti amministrativi, in quanto si potrebbe dolo se sull’organico diritto la segreteria ha 2 assistenti amm.vi, impossibile tra razionalizzazioni, verticalizzazioni, accorpamenti, e dopo 7 gg di assenza per i collaboratori scolastici.

Scatti stipendiali in ritardo di un anno per blocco dell’anno 2013

Laura – Sono una docente a tempo indeterminato di un istituto secondario in fascia 21 e sul cui cedolino è scritto che la fascia medesima ha scadenza 31/12/15.
Vorrei sapere se posso sperare, a partire dal gennaio 2016, di vedermi riconosciuto qualche aumento (parziale, se ho ben capito, o totale) di stipendio, considerato anche che comunque è ancora presente un anno di penalizzazione (lo scatto sarebbe dovuto avvenire dal 1 gennaio 2015, ma questo se ho ben capito vale per tutti). Mi scuso per la mia disinformazione e ringrazio molto in anticipo per ogni eventuale risposta

I Presidi sostituiscono supplenti fino ad avente diritto con neoimmessi in ruolo fase C anche per classi di concorso nelle quali non possono insegnare

Gentilissima Lalla, stamane ho fatto la presa di servizio presso la sede assegnatemi in quanto assunta in ruolo per A048. Sono subentrata ad un’altra docente di A049. Posso insegnare su questa classe di concorso se io sono abilitata in A048 e laureata in Economia e Commercio? A scuola non mi danno risposte chiare e precise. Cosa devo fare?

Docente neo-immesso : nessuna garanzia per trasformare la sede provvisoria in sede definitiva con la domanda di mobilità

Claudia – Oggi ho scelto la sede provvisoria per il primo anno in fase C. La sede si trova vicino casa. Volevo sapere se il prossimo anno, quando ci sarà la domanda di trasferimento potrò chiedere di rimanere nella stessa sede o dovrò per forza andare altrove (con il rischio di allontanarmi molto da casa, sono al 4′ mese di gravidanza e a settembre il bambino avrà pochi mesi). Grazie in anticipo per l’aiuto.

Supplenze Belluno: scuole hanno nominato da nuove graduatorie d’istituto sbagliate

Claudia – Buongiorno Lalla, le chiedo un parere sulla mia situazione: docente di terza fascia (A059) in servizio da settembre presso una scuola della provincia di Belluno. Il 19 novembre escono le nuove graduatorie, le scuole iniziano a convocare (non tutte insieme ovviamente…), perdo il posto nella scuola dove sto lavorando, ma ne ottengo un altro in un’altra scuola.

Docente immesso in ruolo in fase 0 e mobilità 2016/17: sarà possibile chiedere trasferimento in provincia diversa da quella immissione in ruolo?

Lucia – Volevo sapere se si sa qualcosa per i trasferimenti per la fase zero. Sono stata immessa in ruolo a settembre, mi sono trasferita in un paesino della provincia di immissione in ruolo con mia mamma, mio padre e la mia piccola di 13 mesi e ho lasciato giù nella provincia di residenza mio figlio di 15 anni e mio marito. Non so come funziona, ma ci sono possibilità che a settembre prossimo mi avvicino all’altra metà della famiglia? Grazie aspetto una risposta

Formazione neoimmessi in ruolo affidata ai sindacati?

Valeria – Gentilissimi, per noi neo immessi in ruolo ( io fase 0) è obbligatorio partecipare ai corsi di formazione e aggiornamento che stanno organizzando vari sindacati con la presenza di Dirigenti scolastici che presiedono tali incontri? Fanno parte per Legge della nostra reale formazione per questo anno di prova? Grazie infinite! Aspetto una Vostra risposta.

Documentazione permessi brevi, per motivi personali e per legge 104/92

ATA – Sono un’ATA. Può il DS pretendere i biglietti di viaggio (A/R) a seguito di richiesta di permesso breve per raggiungere l’aeroporto conseguenziale alla richiesta di 2 giorni per motivi familiari da fruire fuori regione? Tra l’altro, si verifica che, lo stesso DS chieda a chi fruisce dei permessi per la legge 104 i biglietti di ritorno, oltre a quelli di andata quando la distanza è superiore ai 150 km. Se tutto ciò non fosse legittimo, cosa deve fare il dipendente? Come può cautelarsi? Quali responsabilità sono imputabili al DS? Spero in una risposta.

Pensionamento nel 2017

Rosaria   – Buongiorno sono una docente di scuola superiore che al 31 dicembre 2016 maturerà una anzianità di servizio di 41 anni 9 mesi e 29 giorni con età anagrafica di anni 63(compiuti a febbraio del 2016)Mi chiedo e giro a voi la domanda, potrò andare in pensione dal 1 settembre 2016 pur mancando un solo giorno al requisito richiesto?In attesa di risposta,saluto cordialmente

Pensione con decorrenza 1/9/2016

Tiziana – Buongiorno, nel 2016 compio 60 anni ed al 31.08.2016 maturo 41 anni 8 mesi e 18 giorni di anzianità ( inclusi gli anni del corso di studio universitario). Mi conferma che potrò andare in pensione al 1 settembre 2016 nonostante il raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi avverrà dopo la decorrenza della pensione, ma entro il 31.12.2016? Ed ancora, mi può confermare che, nel caso vada in pensione al 1.09.16, non avrò la penalizzazione dell’1% per gli anni mancanti ai 62 anagrafici? Grazie e saluti

Requisiti previsti per la pensione anticipata per le donne, per i prossimi anni

Maria – Buon pomeriggio, sono un’ins. di Scuola Primaria di ruolo dal 1982. La domanda che pongo è la seguente: essendo nel 38° anno di servizio con la ricostruzione fatta sin dal primo anno di ruolo e dovendo compiere in aprile 62 anni, quando potrò andare in pensione? Sono nella 28° fascia di stipendio e a dicembre di quest’anno passerò alla successiva, credo l’ultima. Se ci dovessero essere delle opportunità per anticipare, ad esempio se approvassero la legge sull’opzione donna, mi converrebbe? A quanto ammonterebbe la mia pensione? Grazie per la consulenza. Maria