Mobilità interprovinciale e vincolo triennale per docente neo-immesso in fase 0. Chiarimenti

Francesca – Sono stata assunta nell’anno 2015/16,nella fase zero. Al momento mi trovo nell’anno di prova fuori la mia regione di residenza. Posso chiedere trasferimento nella mia regione di residenza nell’anno di prova? In virtù della presenza di un figlio minore di tre anni che vive con il papà? Oppure devo per forza aspettare la fine dell’anno di prova? Se si in quale periodo posso inoltrare la richiesta? Grazie anticipatamente

Giovanna Onnis – Gentilissima Francesca,

non avere ancora superato l’anno di prova non è un impedimento per chiedere trasferimento provinciale o interprovinciale.

E’, invece, un altro il motivo che non ti consente di  chiedere il trasferimento interprovinciale e  precisamente si tratta dell vincolo triennale di permanenza nella provincia di immissione in ruolo.

Il piano di mobilità straordinaria previsto nel comma 108 della legge 107, che prevede una deroga al vincolo triennale , coinvolge, infatti,  i docenti immessi in ruolo entro l’anno scolastico 2014/2015 e i docenti neo-immessi nella fase B e nella fase C, escludendo i docenti assunti nella fase 0 come te.

Avere un figlio di età inferiore ai tre anni non ti consente di aggirare il vincolo per il trasferimento interprovinciale. Questa possibilità è consentita, invece per l’AP interprovinciale.

In base a quanto stabilisce il CCNI sui trasferimenti 2015/16, in relazione al vincolo triennale, nell’art. 2 comma 2 si stabilisce quanto segue:
E’ escluso dall’applicazione della suddetta norma il personale docente ed educativo di cui all’art. 7, comma 1, punti I), III) e V) del presente contratto, ivi compreso il figlio che assiste il genitore con grave disabilità, pur non usufruendo, ai sensi dell’ art. 7 punto V) del presente contratto, della precedenza nelle operazioni di mobilità interprovinciale.”

Tra le precedenze indicate, che consentono di aggirare il vincolo, non compare quella del figlio di età minore di tre anni.

Se, invece, analizziamo il CCNI sulle utilizzazioni e AP 2015 /16, sempre per il vincolo triennale si chiarisce nell’art.7 comma 3 che possono aggirare il vincolo “ coloro che beneficiano delle precedenze di cui al successivo art. 8 punti I, III, IV, VI e VII” e nella precedenza indicata al punto IV sono comprese, nella lettera i) “le lavoratrici madri e lavoratori padri anche adottivi o affidatari con prole di età inferiore a tre anni. Sono presi in considerazione i figli che compiono i tre anni tra il 1° gennaio e il 31 dicembre dell’anno in cui si effettua il movimento.”

Quindi non potrai chiedere trasferimento interprovinciale, ma se il CCNI 2016/17 sulla mobilità annuale lo prevederà ancora potrai chiedere AP interprovinciale

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads