Docente neo-immesso in fase C: è obbligatorio partecipare alla mobilità straordinaria?

Sono un insegnante in attesa della fase C e volevo sapere se partecipare alla mobilità straordinaria è obbligatorio e se una volta avuta la sede definitiva di ruolo non c’è più la possibilità di rientrare nella provincia di residenza. Grazie mille

Giovanna Onnis – Gentile professore,

Si intende obbligatoria la partecipazione dei neoassunti in ruolo in quanto è necessario attribuire la sede/provincia definitiva.

La richiesta della sede definitiva la farai con la domanda di trasferimento.

Se non presenterai domanda di trasferimento infatti ti sarà assegnata la sede definitiva d’ufficio (e di solito il docente ha tutto l’interesse ad evitare ciò e a segnalare il proprio ordine di preferenze, nella speranza di poter essere accontentato).

La provincia di immissione in ruolo è provvisoria per i docenti assunti in fase C dalle Graduatorie ad esaurimento e per il prossimo anno, come stabilisce il comma 108 della legge 107, parteciperai alla mobilità straordinaria, in deroga al vincolo triennale, su tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale.

Se ottieni sede definitiva in provincia diversa da quella di residenza (o comunque quella richiesta) e se non sarà prevista ulteriore deroga al vincolo triennale, dovrai permanere nella provincia di titolarità per un triennio se la normativa specifica non subirà modifiche rispetto all’attuale vigente.

N.B. C’è  differenza se la tua immissione in ruolo deriva da GM o da GaE, leggi Mobilità straordinaria: il caso dei neoassunti da GM concorso 2012

e in generale

Mobilità straordinaria 2016/17: le due fasi per docenti immobilizzati e neoassunti 2015

Va anche precisato che siamo in attesa della definizione del CCNI contratto sulla mobilità di insegnanti, Ata e personale educativo per l’a.s. 2016/17, che chiarirà le modalità delle domande di mobilità. la risposta è riferita esclusivamente a quanto previsto dalla legge 107/0215, cosiddetta La Buona Scuola.

Posted on by nella categoria Mobilità, Riforme
Versione stampabile
ads ads