Mobilità interprovinciale e precedenza legge 104/92 art.21

Innocenzo – Chiedo chiarimenti in merito al seguente quesito:
nella domanda di mobilità interprovinciale, chi si trova nella condizione 104/92 art. 21 (salute personale) ha diritto alla precedenza sulla sede-scuola o, comunque, deve scegliere tra gli ambiti territoriali (perdendo quindi il diritto alla precedenza)?

Giovanna Onnis – Gentilissimo Innocenzo,

in base al comma 73 della legge 107 “Dall’anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale e professionale del personale docente opera tra gli ambiti territoriali” e gli unici docenti che non saranno coinvolti negli ambiti e potranno esprimere preferenze su specifiche scuole saranno i neo-immessi in fase 0 e in fase A per i quali “continuano ad applicarsi le disposizioni del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, in merito all’attribuzione della sede durante l’anno di prova e alla successiva destinazione alla sede definitiva”.
I docenti trasferiti in un ambito territoriale che per disabilità personale sono beneficiari della legge 104/92 art. 21, possono usufruire della precedenza per l’assegnazione della scuola all’interno dell’ambito territoriale di titolarità, come chiarisce il comma 78:

A decorrere dall’anno scolastico 2016/2017, per la copertura dei posti dell’istituzione scolastica, il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo assegnati all’ambito territoriale di riferimento, prioritariamente sui posti comuni e di sostegno, vacanti e disponibili, al fine di garantire il regolare avvio delle lezioni, anche tenendo conto delle candidature presentate dai docenti medesimi e della precedenza nell’assegnazione della sede ai sensi dell’articolo 21 e dell’articolo 33, comma 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Quindi in base al comma citato, i docenti con disabilità personale avranno la priorità nella sede presso cui invieranno il curriculum.

Maggiori chiarimenti dovranno essere, comunque forniti dallo specifico CCNI 2016/17 non ancora predisposto.

Una prossima riunione è prevista per il 10 novembre  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-vecchie-regole-se-sindacati-non-collaborano-alla-definizione-degli-ambiti-territoriali

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads