Mobilità. Precedenza alle graduatorie di merito del concorso vale anche per la scelta della sede?

Katiuscia – mi chiedevo se la precedenza degli iscritti in GM vale anche per la scelta della sede. Tra un assunto da GM e uno da GAE ma riservista, chi sceglie prima la sede? E qual è la normativa di riferimento? Grazie e buon lavoro.

risposta – dimentica le graduatorie 🙂 Le tabelle di valutazione dei titoli e delle precedenze /preferenze per la mobilità sono completamente diverse e sono regolate da apposito contratto. La stesura di tale contratto per l’a..s 2016/17 è in questi giorni oggetto di contrattazione tra Miur e sindacati, per cui non conosciamo ancora il risultato finale che porterà alle regole da applicare per il prossimo anno.

Pertanto, il discorso è ancora molto generico.

Nella tua mail parli di precedenza degli iscritti in GM, per cui è da presupporre che tu sia stata nominata in ruolo in fase B e C, e dunque dire "scelta della sede" è un po’ azzardato, dal momento che in questo caso si entra nel nuovo regime degli ambiti territoriali. Ossia, sia tu che il collega della GaE avete presentato domanda di mobilità in base ai punteggi e precedenze/preferenze del nuovo contratto sulla mobilità (come detto ancora da stabilire) ed entrambi siate stati assegnati allo stesso ambito territoriale (ricorda che Dal 2016/17 i ruoli dei docenti saranno regionali, articolati in ambiti territoriali. Oggi al Miur si parla dei criteri per definirli )

Dunque, a questo punto non c’è una "scelta della sede", ma bisognerà seguire quanto indicato dalla legge 107/2015 (a meno di correttivi normativi che potrebbero intervenire da qui alla sua applicazione), ossia

il comma 79 “A decorrere dall’anno scolastico 2016/2017,  per  la  copertura dei  posti  dell’istituzione  scolastica,  il  dirigente  scolastico propone gli  incarichi  ai  docenti  di  ruolo  assegnati  all’ambito territoriale di riferimento, prioritariamente sui posti comuni  e  di sostegno, vacanti e disponibili, al fine  di  garantire  il  regolare avvio delle lezioni, anche tenendo conto delle candidature presentate dai docenti medesimi e della precedenza nell’assegnazione della  sede ai sensi degli articoli 21 e 33, comma  6,  della  legge  5  febbraio
1992, n. 104”

Dunque ti proponi, il Dirigente ti "sceglie".

Ne parliamo in maniera più approfondita in Mobilità 2016/17. Docenti trasferiti negli ambiti territoriali: in quale scuola e su quale classe di concorso lavoreranno

N.B. Tutto ciò deve ancora essere confermato nel contratto Mobilità 2016/17.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads