Ad ogni proroga di congedo del titolare corrisponde la proroga del contratto del supplente

Marta – Buongiorno,  volevo un chiarimento in merito al congedo parentale. La scuola di appartenenza mi “impone” di chiedere tale congedo in modo continuativo perchè lamentano il disagio di dover  rifare il contratto al supplente. Volevo sapere qual è la normativa di riferimento a cui attenermi e se questo disagio sussiste realmente per la segreteria del personale. es. congedo parentale da lunedi 7 settembre a venerdi 2 ottobre malattia bambino da lunedi 5 ottobre a venerdi 9 ottobre congedo parentale  da lunedi 12 ottobre a venerdi 30 ottobre. In questo caso la segreteria deve stipulare nuovi contratti con il supplente? In attesa di riscontro ringrazio e porgo cordiali saluti.

Paolo Pizzo – gentile Marta,

L’art. 7 comma 4 del DM 131/07 prescrive:

“Per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto”.

Nell’esempio citato la scuola farà tanti contratti di proroga, senza interruzione del servizio, per ogni “nuova” assenza del titolare.

Non vedo quale sia il “disagio”…

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads