Passaggio di ruolo: la sede che si ottiene è quella definitiva

Barbara – Quest’anno ho ottenuto il passaggio di ruolo dalla scuola primaria alla secondaria su cdc A050. Adesso sto rifacendo l’anno di prova (come da dm del 27 ottobre) e poi rifarò tutta la formazione con Comitato di Valutazione in coda. Al termine di tutto questo, io sarò riconfermata sul mio attuale posto o dovrò anche rifare la domanda di assegnazione definitiva?
In questo caso, essendo entrata in ruolo il 1 settembre 2013, potrò già partecipare alla mobilità straordinaria? Potrò dunque cambiare provincia di servizio? Vi ringrazio molto e chiedo scusa per il disturbo. Siete sempre i migliori!!

Giovanna Onnis – Gentilissima Barbara,

il passaggio di ruolo risulta mobilità definitiva e come tale ti viene assegnata subito una sede di titolarità.

La scuola nella quale stai facendo l’anno di prova in seguito a passaggio di ruolo e in ottemperanza a quanto prevede il recente DM del 27 ottobre e la circolare Prot. 36167 del 5/11/2015 , è la tua scuola di titolarità che in seguito a superamento dell’anno di prova verrà confermata come tale.

La sede provvisoria riguarda solo i neo-immessi in ruolo, mentre la mobilità territoriale e professionale attribuisce subito al docente che la ottiene una sede definitiva.

Per quanto riguarda l’altro tuo quesito sulla mobilità interprovinciale, essendo stata immessa in ruolo nell’a.s. 2013/14 puoi sicuramente presentare domanda di trasferimento interprovinciale per l’a.s. 2016/17 e l’avresti potuto fare anche se non fosse stata prevista deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di immissione in ruolo, come stabilisce il comma 108 della legge 107.

Essendo, però, in anno di prova che si concluderà il 31 agosto, non potrai chiedere per l’a.s. 2016/17 ulteriore passaggio di ruolo o passaggio di cattedra per i quali è necessario aver superato l’anno di prova nel ruolo di appartenenza.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads