Anno di prova e formazione per chi ha una supplenza – spezzone orario

Aldo – Avrei da porvi una domanda urgente. Sono stato individuato quale destinatario di proposta di assunzione per la classe A038 FISICA. Attualmente ho due supplenze su spezzone sempre per A038 fino al 30.6 una di quattro ore e una di sei ore ma su due istituti diversi. Mi e stato riferito che se posticipo la presa di servizio per continuare nella supplenza non potrò svolgere l’anno di prova perché lo spezzone dovrebbe essere di 9 ore in un solo istituto. Non so se sono stato in grado di spiegare la mia situazione ma la confusione eventualmente nasce dallo stato di confusione che sto vivendo attualmente. Vi sarei grado di una sollecita risposta dati i tempi ristretti per la scelta che dovrò fare. Distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Aldo,

Ai sensi della nota MIUR 3616 del 05-11-2015 il superamento del periodo di formazione e prova è subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni nel corso dell’anno scolastico, di cui almeno centoventi per le attività didattiche. Fermo restando l’obbligo delle 50 ore di formazione previste, i centottanta giorni di servizio e i centoventi giorni di attività didattica sono proporzionalmente ridotti per i docenti neoassunti in servizio con prestazione o orario inferiore su cattedra o posto.

La circolare non fa alcun riferimento alla prestazione d’orario e non potrebbe fare altrimenti. Creerebbe altrimenti una disparità.

Pertanto chi è assunto in ruolo in regime di part time o supplenza su spezzone orario, indipendentemente dal numero minimo di ore, dovrà comunque svolgere per intero e senza nessun riproporzionamento le 50 ore di formazione, mentre i 180 gg e i 120 di attività didattica vanno riproporzionati in ragione all’orario.

Potrai quindi scegliere, previo accordo con i due DS, in quale scuola svolgere l’anno di prova.

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads