Legge 104/92 e precedenza nella scelta della sede: per usufruirne è stato sempre necessario l’art.3 comma 3. Si attendono conferme per l’a.s. 2016/17

Vivo con mia madre di 82 anni, cui è stata riconosciuta un’invalidità’, unitamente alla legge 104 art. 3 comma 1. Occupandomi personalmente di mia madre, vorrei sapere a fronte di questo comma, quali sono i miei diritti, soprattutto se posso farla valere per la priorità nella scelta di una sede vicina. Grazie anticipatamente .

Giovanna Onnis – Gentile professoressa,

la precedenza prevista nella normativa vigente in relazione alla legge 104 , come indicata nell’art.8 del CCNI sulla mobilità 2015/16 e in attesa che venga confermata o comunque esplicitata nel CCNI 2016/17 per il quale sono in corso i primi incontri tra sindacati e MIUR, prevede necessariamente l’art.3 comma 3 della legge 104/92.

Nell’art.8 comma 1 parte V) del CCNI 2015/16, infatti , si evidenzia , per poter usufruire della precedenza in fase di mobilità per l’assistenza da parte del figlio referente unico al genitore con disabilità, la necessità che il soggetto disabile risulti in situazione di gravità e questo deve essere specificamente attestato nella certificazione con l’attribuzione dell’art.3 comma 3.

Quindi l’art. 3 comma 1 della legge 104 non ha mai determinato precedenza nella mobilità e nella scelta della sede e non credo che questa disposizione possa cambiare nel prossimo CCNI, ma sarà ovviamente utile e indispensabile verificarlo dopo la sua pubblicazione

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads