Il docente che ottiene passaggio di ruolo è su sede definitiva.

Barbara – Sono una docente di scuola secondaria di 1grado e vorrei un chiarimento a riguardo la mobilità. Sono entrata in ruolo nel 2013 dopo il superamento del concorso della scuola primaria. Avendo l ‘abilitazione per la classe di concorso A345 A346, nel 2014 ho chiesto e ottenuto il passaggio di ruolo in una scuola secondaria. Sono a conoscenza di dover rifare l’anno di prova e formazione ma la mia preside mi ha detto che devo anche chiedere il trasferimento, esattamente come i docenti neo immessi. Questo e vero? I sindacati sono allibiti ma non mi hanno saputo dare una risposta certa. Grazie per la vostra disponibilità

Giovanna Onnis – Gentilissima Barbara,

ciò che dici mi lascia veramente perplessa in quanto mi fa capire che sia la tua dirigente scolastica così come i sindacalisti ai quali ti sei rivolta non abbiano ben compreso cosa sia il passaggio di ruolo.

Ciò che ti viene detto dalla tua dirigente, infatti, non è corretto e non sei assolutamente tenuta a presentare domanda di trasferimento come i neo-immessi in ruolo.

Tra il docente che, come te, ha ottenuto il passaggio di ruolo e il docente neo -immesso in ruolo c’è infatti una sostanziale differenza.

Il docente neo-immesso è su sede provvisoria e, pertanto, è tenuto a presentare domanda di trasferimento per l’assegnazione della sede definitiva, altrimenti gli verrà attribuita d’ufficio.

Il docente che ottiene il passaggio di ruolo, invece, ha partecipato alla mobilità professionale che determina l’attribuzione immediata di una sede definitiva.

Quindi la scuola dove hai ottenuto il passaggio è la tua scuola di titolarità, per cui è la tua sede definitiva e non provvisoria come, erroneamente, ritiene la tua dirigente scolastica e mi meraviglia non poco che i sindacati, pur restando allibiti, non ti abbiano saputo dare una risposta certa

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads